Varie

Approvato il nuovo decreto legge: Italia tutta in arancione o rosso (tranne la Sardegna), lockdown a Pasqua

Autore , 12 marzo 2021 ore 14:49

A causa dell'aumento dei contagi il governo è costretto ad intervenire rendendo più severe le restrizioni previste nel DPCM del 2 marzo, che viene sostituito dal decreto legge approvato oggi. Le misure avranno la stessa scadenza (6 aprile) ed entreranno in vigore lunedì 15 marzo.

Vediamo tutte le novità, perché ce ne sono di rilevanti per la vita di tutti noi nelle prossime settimane, compresi i giorni di Pasqua, soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti.

  • Zona rossa in tutta Italia nei giorni di Pasqua (3-4-5 aprile), con l'eccezione delle regioni in quella settimana in area bianca (al momento solo la Sardegna).
  • Sospesa la zona gialla: da lunedì 15 marzo al 6 aprile (con l'esclusione dei giorni dal 3 al 5 aprile nei quali tutta Italia è zona rossa, tranne chi ha dati da zona bianca) anche le regioni con dati da zona gialla dovranno seguire le regole della zona arancione, quindi con spostamenti limitati al comune di residenza. La maggior parte delle regioni italiane sarebbero comunque passati in zona arancione o rossa da lunedì.
  • Più facile passare in zona rossa: si può entrare in zona rossa automaticamente tramite un solo indicatore, quello dell'incidenza cumulativa settimanale dei contagi superiore ai 250 casi ogni 100.000 abitanti, utilizzando i dati della settimana precedente.
  • Più facili i lockdown locali: dal 15 marzo al 6 aprile 2021 i presidenti di Regioni e Province autonome possono istituire zone rosse o anche misure più restrittive (come il lockdown) "nelle Province in cui l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti" oppure "nelle aree in cui la circolazione di varianti di SARS-CoV-2 determina alto rischio di diffusività o induce malattia grave". Questa possibilità già esisteva ed è stata in effetti attuata in Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Piemonte.
  • Deroga per le visite solo in zona arancione: tranne che nei giorni 3-4-5 aprile sarà possibile (dal 15 marzo al 6 aprile), spostarsi solo in ambito comunale verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22. Il limite è sempre legato allo spostamento di 2 persone oltre ai minori di 14 annio. La misura non è consentita in zona rossa.
  • Deroga per le visite nei giorni 3-4-5 aprile: la stessa misura sarà però valida anche nella zona rossa nazionale dei giorni pasquali, con una deroga (sempre una sola volta al giorno con gli stessi criteri) che in questo caso riguarda lo spostamento in ambito regionale.
  • Attività motoria e sportiva: nelle regioni in zona arancione "è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili"; nelle regioni in zona rossa, invece, è consentito «svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione» purché a distanza di un metro e con la mascherina, nonché «lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale».

Vi terremo aggiornati non appena verrà pubblicato il testo completo del decreto legge.

Approvato il nuovo decreto legge: Italia tutta in arancione o rosso (tranne la Sardegna), lockdown a Pasqua

Approvato il nuovo decreto legge: Italia tutta in arancione o rosso (tranne la Sardegna), lockdown a Pasqua