Varie

Coronavirus e viaggi: il nuovo DPCM proroga tutte le misure, Belgio, Lituania e tutte le ultime novità

Autore , 8 settembre 2020 ore 13:31

Cari Pirati, sono sempre più le notizie che riguardano il rapporto tra turismo, viaggi, trasporti e Coronavirus.

Nuove limitazioni e nuove aperture, tagli di voli e ripristino di nuove tratte, una normativa italiana in continua evoluzione anche per gli interventi specifici delle singole regioni.

Per questo abbiamo ripreso ad aggiornare con frequenza almeno bi-settimanale la nostra pagina speciale Coronavirus e viaggi, dove trovate tutte le informazioni utili sui Paesi dove possiamo o non possiamo viaggiare, sulle novità dei trasporti e sulla questione rimborsi/voucher.

Per le novità più importanti pubblicheremo un articolo a parte, ma per non farvi perdere gli aggiornamenti settimanali pubblicheremo anche una raccolta delle novità più importanti che abbiamo inserito nello speciale, ma che meritano anche un piccolo approfondimento sul blog.

Oggi vi parliamo del nuovo DPCM del Governo che proroga le misure sugli spostamenti da e per l'estero fino al 7 ottobre, nonché di novità da Giordania, Repubblica Dominicana, Perù, Lituania, Estonia, Belgio, Mongolia e dalle compagnie TAP, Alitalia e Brussels Airlines.

Coronavirus e viaggi: il nuovo DPCM proroga tutte le misure, Belgio, Lituania e tutte le ultime novità - 6

NUOVO DECRETO

Il DPCM approvato ieri sera proroga sostanzialmente tutte le misure relative agli spostamenti e ai viaggi da e per l'estero fino al 7 ottobre 2020.

L’unica novità di rilievo è la possibilità di ricongiungimento delle coppie di fatto "internazionali" con un partner che risiede in uno dei Paesi extra-UE dai quali non è possibile fare ingresso in Italia se non per precise motivazioni. Ora con un'apposita autocertificazione si può raggiungere l'Italia, sottoponendosi a quarantena di 14 giorni, e confermare che si risiederà presso l’abitazione di una persona “anche non convivente”, ma con la quale sia in corso “una stabile relazione affettiva”.

Resta ancora in vigore l’obbligo di sottoporsi al tampone se si rientra in Italia da Croazia, Grecia, Malta e Spagna, e la suddivisione dei Paesi in gruppi, per la quale vi rimandiamo al nostro speciale.

LITUANIA

A partire dal 7 settembre, i viaggiatori stranieri provenienti dall'Italia devono presentare un tampone COVID-19 (non il test sierologico) con esito negativo, effettuato non più di 72 ore prima dell'ingresso in Lituania e sottoporsi all'isolamento obbligatorio di 14 giorni. L’esito negativo del tampone non esonera dall’obbligo di isolamento. Per i cittadini stranieri non vi è la possibilità di fare il tampone all’aeroporto o altrove in Lituania e coloro che non presenteranno il test non saranno autorizzati ad entrare. A tutti viaggiatori è richiesto di compilare un modulo disponibile online https://keleiviams.nvsc.lt/en/form

BELGIO

Il Belgio è dotato di un sistema "a semaforo" per l'ingresso nel Paese, e a partire dal 2 settembre, sono state inserite nella lista delle zone "arancioni" alcune regioni italiane per le quali è consigliata una prudenza rafforzata ed in provenienza dalle quali sono raccomandati l'effettuazione di un test e la quarantena (non obbligatori, per le zone "rosse"). Queste regioni sono: la Lombardia, la Liguria, l'Emilia Romagna, la Toscana, l'Umbria, il Lazio, la Campania e la Sardegna, che si aggiungono al Veneto già catalogato “arancione” dal 26 agosto. La lista delle “zone arancioni” è disponibile sull’apposita pagina del Ministero degli Affari Esteri belga.

ESTONIA

Dal 31 agosto, l’obbligo di quarantena si applica anche a chi proviene dall’Italia, ma è comunque possibile scegliere di effettuare il test per Coronavirus in sostituzione dell’auto-isolamento all'arrivo in Estonia. A tal fine sono stati attivati dei “punti di esecuzione primo test” presso l’area arrivi dell’Aeroporto di Tallinn e, per coloro che arrivano in nave, presso le aree pedonali dei terminal A e D del porto di Tallinn. L’accesso alle postazioni test avviene secondo l'ordine di arrivo. Il costo del test per i cittadini stranieri è di 67 euro. Il pagamento potrà essere effettuato direttamente in loco tramite carta di credito. In caso di esito negativo, per i primi sette giorni i viaggiatori saranno soggetti a una restrizione parziale della libertà di movimento, vale a dire che, dovranno evitare i contatti non essenziali. Un secondo test deve essere effettuato 7 giorni dopo il primo e, se anche questo risulta negativo, non saranno più soggetti ad alcuna restrizione di movimento. Ciò significa che dopo due test negativi a distanza di 7 giorni uno dall’altro decade l’obbligo di quarantena di 14 giorni.

A seguito del superamento del suddetto tasso di contagio in Italia, a partire dal 7 settembre 2020, le Autorità estoni hanno sospeso, a titolo precauzionale tutti i voli aerei diretti fra Tallinn e l'Italia (Orio al Serio e Malpensa).

TAP AIR PORTUGAL

La compagnia portoghese ha riaperto da pochissimi giorni lo scalo di Firenze, con voli regolari da e per Lisbona.

BRUSSELS AIRLINES

La compagnia belga ha annunciato che provvederà a concludere i rimborsi dei voli cancellati a causa della pandemia entro la fine del mese di ottobre. Finora ha ricevuto richieste di rimborso per circa 122 milioni di euro e solo il 31% di queste pratiche sono state già evase.

ALITALIA

La compagnia ha ripreso il collegamento Trieste-Roma, con 2 frequenze al giorno per settembre, che diventeranno 4 ad ottobre.

GIORDANIA

Le Autorità locali hanno annunciato l’apertura dell’aeroporto internazionale di Amman e dei valichi di frontiera a partire dall’ 8 settembre, ma l'Italia è passata dai Paesi a rischio "verde" a quelli a rischio "giallo". Questo comporterà per chi vorrà recarsi in Giordania l'obbligo di presentare un tampone negativo effettuato entro 72 ore prima dell’arrivo, nonché quello di sottoporsi a un altro test Covid-19 all’arrivo e a una quarantena di sette giorni in strutture ricettive indicate dalle Autorità (quarantena istituzionale), più 7 giorni di quarantena domestica. Il settimo giorno, prima di lasciare la quarantena istituzionale, occorrerà sottoporsi a un ulteriore test PCR.

MONGOLIA

Divieto di ingresso in Mongolia per tutti i cittadini stranieri e, fino al 15 settembre, sospensione di tutte le rotte aeree e ferroviarie internazionali, chiusura ai cittadini stranieri di tutti i valichi di frontiera stradali da e verso la Russia e, fino a nuovo avviso, chiusura delle frontiere tra Cina e Mongolia.

Fino al 15 settembre sono confermate le limitazioni relative a manifestazioni sportive, fieristiche, commerciali e culturali.

REPUBBLICA DOMINICANA

Ai viaggiatori in entrata viene richiesta la presentazione di un test PCR (tampone) che dimostri la negatività al Covid-19, effettuato non più di cinque giorni precedenti l’ingresso nel Paese. Nel caso in cui i passeggeri non dispongano di questa prova, le competenti Autorità doganali provvederanno ad effettuare un test sierologico. In caso di positività i viaggiatori dovranno osservare un periodo di isolamento presso centri abilitati.

Lo Stato di Emergenza nel Paese è stato esteso di altri 45 giorni, fino al 18 ottobre 2020 e prorogato il coprifuoco fino al 28 settembre, con la chiusura di attività economiche, sociali e ricreative dalle ore 20.00 alle ore 05.00 di ogni giorno nelle aree con meno contagi. Ancora consentito l'accesso ai parchi pubblici e alle spiagge, per la ripresa del turismo, ma permane l’obbligo dell’uso delle mascherine nei luoghi pubblici.

PERÙ

Lo Stato di Emergenza Nazionale in tutto il Paese è stato prorogato fino al 30 settembre, e quello di emergenza sanitaria fino all'8 dicembre, accompagnato dal blocco totale delle frontiere e altre misure specifiche di quarantena, isolamento sociale, e coprifuoco. Si prevede una lenta e graduale riapertura dei voli internazionali a partire dai prossimi mesi se lo stato di propagazione del Covid-19 nella regione e nei paesi di destinazione dei voli lo permetteranno. La priorità verrà - in caso - accordata ai Paesi limitrofi e agli Stati Uniti. Non è al momento prevista la riapertura dei voli da e per l'Europa.

Coronavirus e viaggi: il nuovo DPCM proroga tutte le misure, Belgio, Lituania e tutte le ultime novità - 4

Coronavirus e viaggi: il nuovo DPCM proroga tutte le misure, Belgio, Lituania e tutte le ultime novità - 2

Coronavirus e viaggi: il nuovo DPCM proroga tutte le misure, Belgio, Lituania e tutte le ultime novità

Coronavirus e viaggi: il nuovo DPCM proroga tutte le misure, Belgio, Lituania e tutte le ultime novità