Varie

Coronavirus e viaggi: la Spagna annuncia il passaporto sanitario digitale, pubblicate le FAQ del governo e altro

Autore , 15 marzo 2021 ore 12:29

Cari Pirati, trovate le tante notizie che riguardano il rapporto tra turismo, viaggi, trasporti e Coronavirus nella nostra pagina speciale Coronavirus e viaggi (che aggiorniamo con frequenza almeno bi-settimanale), ma anche in singoli articoli sulle novità più importanti e infine nei nostri appuntamenti del lunedì e del giovedì, come questo, dove raccogliamo per voi tutte le notizie rilevant degli ultimi giorni su questi temi.

Le notizie di oggi: i nuovi colori delle regioni italiane valide da oggi, con l'Italia rossa o arancione (esclusa la Sardegna); l'annuncio del passaporto sanitario digitale in Spagna, con possibile sperimentazione alle isole Baleari; il governo ha pubblicato le FAQ del decreto legge emanato venerdì; New York eliminerà la quarantena obbligatoria per gli arrivi nazionali a partire da aprile; la riviera romagnola ha proposto al ministero del Turismo il progetto di una "bolla sanitaria turistica"; il piano verso la nuova Alitalia prevede circa 6.000 esuberi e solo 45-47 aerei; le Bahamas sono pronte alla ripartenza; riprendono dopo mesi di blocco i voli dall'Europa verso il Perù.

Coronavirus e viaggi: la Spagna annuncia il passaporto sanitario digitale, pubblicate le FAQ del governo e altro - 6

I NUOVI COLORI DELLE REGIONI IN ITALIA

Anche per effetto del decreto legge approvato venerdì scorso (ve ne abbiamo parlato qui), che sostituisce il DPCM del 2 marzo per le misure fino al 6 aprile, l'Italia è oggi quasi tutta in zona rossa con poche regioni in arancione e la Sardegna in area bianca, considerato che l'area gialla è stata sospesa fino al 6 aprile.

Le nuove ordinanze del Ministero della Salute fanno entrare in zona rossa Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento.

Area rossa: Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento, oltre alle provicie toscane di Arezzo, Pistoia e Prato.

Area arancione: Abruzzo, Basilicata (da martedì 16), Calabria, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d'Aosta e provincia autonoma di Bolzano.

Area gialla: (sospesa fino al 6 aprile)

Area bianca: Sardegna

Coronavirus e viaggi: la Spagna annuncia il passaporto sanitario digitale, pubblicate le FAQ del governo e altro - 4

SPAGNA ANNUNCIA IL PASSAPORTO SANITARIO, SPERIMENTAZIONE ALLE BALEARI?

La Spagna si prepara ad una riapertura al turismo internazionale a partire da maggio, e lo fa annunciando il progetto di passaporto sanitario digitale.

Le regole attuale prevedono l'ingresso solo con test PCR Covid-19 negativo (non è accettato il test rapido) dai paesi UE, con fortissime limitazioni invece per quelli extra-UE. Per quanto riguarda l'Italia, da pochissimo (ve ne abbiamo palarto qui) non è più necessario il test molecolare se si proviene da tre regioni italiane (Sicilia, Sardegna, Valle d'Aosta).

Ora il governo spagnolo ha annunciato la sperimentazione del passaporto sanitario digitale, che dovrebbe partire entro maggio consentendo l'accesso a turisti vaccinati, con certificato di guarigione o con test Covid-19 negativo. La preferenza è data alla versione digitale ma ovviamente sarà possibile anche utilizzare i certificati cartacei.

L'annuncio è arrivato dal ministro del Turismo spagnolo Reyes Maroto, che ha evidenziato come la Spagna vuole fare da pioniere con questo strumento per facilitare la mobilità di spagnoli e turisti. Attualmente l'unico paese dove il passaporto sanitario è partito in via ufficiale è la Cina (vedi qui). La data di partenza dovrebbe essere quella del 19 maggio.

Intanto Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera si propongono per la sperimentazione del passaporto sanitario digitale. Per Francina Armengol, presidente del Governo delle isole Baleari, "possiamo vedere la fine della crisi. Oltre ai sofisticati test e screening, i tour operator speravano in rapidi progressi con le vaccinazioni della popolazione e dei visitatori. Certo, un pass digitale valido in Europa o nel mondo renderebbe le cose molto più facili per l'industria del turismo". Per questo le Isole Baleari si propongono come regione di prova per il pass di vaccinazione spagnolo: il ministro del Turismo, Iago Neugueruela, dichiara che "non ci possono essere viaggi senza sicurezza sanitaria. Vogliamo corridoi di viaggio sicuri per i nostri visitatori dalla Germania, garantendo al contempo la massima sicurezza per la gente del posto. Nel 2020 le Baleari si erano dimostrate capaci di superare la crisi. Garantiamo le condizioni più sicure, e siamo fiduciosi che il business dei viaggi tornerà".

GOVERNO, PUBBLICATE LE FAQ DEL DECRETO LEGGE

Il governo ha aggiornato le FAQ con le ultime disposizioni valide da oggi fino al 6 aprile, relative al decreto legge approvato venerdì scorso (ve ne abbiamo parlato qui).

Vediamo i principali chiarimenti, qui trovate invece tutte le risposte:

  • Visite a parenti e amici: nelle zone arancioni «le visite sono consentite una sola volta al giorno, verso una sola abitazione privata abitata dello stesso Comune, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone (esclusi i minori di 14 anni). Se si vive in un Comune che ha fino a 5.000 abitanti ci si può spostare «tra le 5 e le 22 entro 30 km ma senza andare nei capoluoghi di provincia. Nelle zone rosse invece le visite a parenti e amici sono vietate.
  • Deroga per Pasqua: il 3, 4 e 5 aprile 2021 tutta Italia sarà zona rossa (escluse le eventuali regioni in area bianca) ma "sarà consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata della stessa Regione, tra le ore 5 e le 22, a un massimo di due persone e con minori di 14 anni, oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione".
  • Seconde case: il governo ribadisce che "è possibile raggiungere le seconde case, anche in un’altra Regione o Provincia autonoma (da e verso qualsiasi zona: bianca, gialla, arancione, rossa), solo a coloro che possano comprovare di avere effettivamente avuto titolo per recarsi nello stesso immobile anteriormente al 14 gennaio 2021". Sono esclusi quindi gli affitti brevi. La seconda casa "non deve essere abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare e vi si può recare unicamente tale nucleo. La sussistenza di tutti i requisiti potrà essere comprovata con autocertificazione". La Valle d’Aosta ha però emesso un’ordinanza che vieta il trasferimento nelle seconde case.
  • Attività sportiva: in zona rossa "è consentito svolgere l’attività sportiva esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune dalle 5 alle 22 in forma individuale e all’aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri". È consentito "nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza".
  • Parchi: se non ci sono ordinanze locali che lo vietano "si può andare nei parchi rispettando il divieto di assembramento e in prossimità della propria abitazione".
  • Automobile: se si va in auto con persone non conviventi è consentita la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti di indossare la mascherina.

NEW YORK, ELIMINATA LA QUARANTENA PER GLI ARRIVI NAZIONALI

Niente più quarantena obbligatoria per gli arrivi nazionali a partire da aprile: è la decisione comunicata dal governatore di New York, Andrew Cuomo, che apre le porte ai viaggiatori provenienti da altri stati americani.

Il provvedimento non riguarda ancora i viaggiatori internazionali, per i quali la quarantena rimarrà obbligatoria, sempre ovviamente che abbiano titolo per l'ingresso negli Stati Uniti.

Per tutti sarà comunque obbligatoria la compilazione del modulo sanitario per i viaggiatori oltre al rispetto delle linee guida di sicurezza che includono l'obbligo di indossare la mascherina e il distanziamento sociale.

MESSICO, TORNANO I VOLI DALL'EUROPA VERSO CANCÚN

Tornano i voli e con loro la speranza di una ripresa del turismo sulla riviera Maya messicana.

Daglo Stato Uniti Southwest Airlines ha ripristinato la rotta da Houston all'isola Cozumel con sette voli settimanali e lo stesso sta facendo Volaris, che ha aumentato i collegamenti per l'isola da Città del Messico, mentre Frontier Airline debutta con la tratta Miami - Cancùn.

Ma soprattutto si aprono ulteriori spazi anche per i voli dall'Europa: questa settimana Iberojet ha fatto ripartire il Madrid-Cancùn, con l'idea di arrivare a cinque frequenze settimanali entro l'estate, mentre il vettore spagnolo Wamos ha annunciato che a fine marzo farà decollare un nuovo volo da Madrid per Cancùn. Il 27 marzo, invece, sarà la volta della tratta Lisbona - Cancùn operata da Tap Portugal, che volerà sulla direttrice tre volte la settimana.

RIVIERA ROMAGNOLA, LA PROPOSTA DI "BOLLA SANITARIA TURISTICA"

La costa romagnola si attrezza per cercare di correre ai ripari e salvare la stagione estiva 2021.

Da Riccione arriva la proposta, rivolta al ministro del Turismo Massimo Garavaglia, di istituire una bolla sanitaria turistica. L'idea prende lo spunto dalla "bolla sanitaria sportiva", sfruttando vaccini e tamponi come patenti per potersi spostare oltre la propria regione in modo da rimettere in moto almeno il turismo di prossimità.

La Regione Emilia-Romagna guarda con interesse alla proposta degli albergatori di Riccione, ma per l’assessore al Turismo Andrea Corsini bisogna trovare dei criteri omogenei su tutto il territorio nazione, e per la bolla turistica “deve esserci un coordinamento nazionale per evitare fughe in avanti di una singola Regione". Il presidente di Federalberghi Riccione Bruno Bianchini invece spiega: “Da parte degli esercizi turistici sarebbe sufficiente richiedere il certificato per attestare una delle seguenti condizioni: sottoposto a tampone con esito negativo oppure vaccinato”.

ALITALIA, PIANO CON 6.000 DIPENDENTI IN ESUBERO

La difficile situazione di Alitalia, peraltro prossima al passaggio alla nuova società, ITA, richiederebbe l'esubero di circa 6.000 dipendenti.

Il piano, anticipato da Corriere della Sera e sul quale stanno lavorando il commissario di Alitalia, esponenti di ITA, i ministeri responsabili e i sindacati, prevede un doppio pacchetto di ammortizzatori sociali, in parte per accompagnare verso il pre-pensionamento una parte degli attuali dipendenti della società, attualmente in amministrazione straordinaria, in parte per agevolare invece un ricambio generazionale del personale di Italia Trasporto Aereo, la newco Alitalia.

Il piano industriale di ITA si è nel frattempo un po' ridimensionato, anche a causa dei ritardi della ripartenza del trasporto aereo dopo il black-out della scorsa primavera. La nuova Alitalia dovrebbe partire con 45-47 aerei e 4.500-4.800 dipendenti per arrivare, alla fine del piano industriale quinquennale, a circa 9000. Il personale dell’attuale Alitalia ammontava a 10.654 dipendenti al 30 giugno 2020 come risulta sul documento depositato in Parlamento.

Questo significa che in un primo tempo circa seimila lavoratori resterebbero nell’amministrazione straordinaria: ad ITA passerebbe subito il ramo aviazione di Alitalia, mentre i servizi di terra e manutenzione saranno garantiti da un contratto di fornitura con l'attuale società in amminsitrazione straordinaria. Gli altri asset Alitalia prevedono invece tempi più lunghi per la vendita o il passaggio a ITA.

ITA partirebbe con 37-39 Airbus A319-A320 per operare i voli a breve e corto raggio, e 8 Boeing 777 per le rotte intercontinentali. Verrebbero così abbandonati gli Embraer (della divisione regional CityLiner), gli A321 (troppo vecchi) e gli A330.

BAHAMAS PRONTE ALLA RIPARTENZA

Le Bahamas sono pronte alla ripartenza: dopo un 2019 da record, con oltre 7 milioni di turisti, la pandemia ha portato naturalmente un crollo dei vistatori, anche a causa della chisura dei confini per diversi mesi.

Joy Jibrily, direttore generale del Ministero del Turismo e Aviazione delle Bahamas, ricordando come il turismo valga quasi il 50% del PIL delle isole, ha dichiarato che "abbiamo sfruttato questo periodo per elaborare un recovery plan e per studiare un protocollo che possa consentire un ritorno alla normalità". Naturalmente la sicurezza rimane una priorità, e il protocollo di sicurezza ha permesso la riapertura di alberghi e resort già dallo scorso dicembre. "La volontà è trasformare le Bahamas in una delle destinazioni più desiderabili. Le principali compagnie aeree statunitensi stanno aumentando l'offerta verso il nostro Paese e lo stesso vale per gli alberghi che incrementano la loro capacità".

Tra le diverse iniziative spiccano il 1-year stay visa, un visto speciale per studenti e lavoratori interessati a svolgere le loro attività da remoto, e le proposte relative al segmento coppie, ossia al volto romantico delle Bahamas, una tra le mete più quotate per matrimoni e lune di miele.

PERÙ, RIPRENDONO I VOLI COMMERCIALI CON L'EUROPA

Dal 13 marzo 2021 è stata disposta la ripresa dei voli commerciali con l'Europa, con conseguente possibilità di ingresso in Perù per i passeggeri non residenti provenienti dall'Europa, a partire dalla settimana del 15 marzo.

Rimane in vigore la quarantena obbligatoria di 14 giorni reintrodotta ad inizio gennaio, che può essere effettuata presso il proprio domicilio o strutture sanitarie dedicate, e che può essere accorciata con un test molecolare con tampone (PCR) negativo, trascorsi 6 giorni di quarantena. Permane anche il divieto di ingresso per tutti gli stranieri non residenti in Perù provenienti dal Sud Africa, dal Regno Unito o dal Brasile, o che ivi abbiano effettuato uno scalo/soggiorno negli ultimi 14 giorni prima dell’ingresso nel Paese.

Coronavirus e viaggi: la Spagna annuncia il passaporto sanitario digitale, pubblicate le FAQ del governo e altro - 2

Coronavirus e viaggi: la Spagna annuncia il passaporto sanitario digitale, pubblicate le FAQ del governo e altro

Coronavirus e viaggi: la Spagna annuncia il passaporto sanitario digitale, pubblicate le FAQ del governo e altro