Varie

Coronavirus e viaggi: multa a British Airways, l'Italia di nuovo zona a rischio per diversi Paesi e tanto altro

Autore , 19 ottobre 2020 ore 18:31

Cari Pirati, sono sempre più le notizie che riguardano il rapporto tra turismo, viaggi, trasporti e Coronavirus. Nuove limitazioni e nuove aperture, tagli di voli e ripristino di nuove tratte, una normativa italiana in continua evoluzione anche per gli interventi specifici delle singole regioni.

Per questo abbiamo ripreso ad aggiornare con frequenza almeno bi-settimanale la nostra pagina speciale Coronavirus e viaggi, dove trovate tutte le informazioni utili sui Paesi dove possiamo o non possiamo viaggiare, sulle novità dei trasporti e sulla questione rimborsi/voucher.

Per le novità più importanti pubblicheremo un articolo a parte, ma per non farvi perdere gli aggiornamenti settimanali pubblicheremo anche una raccolta delle novità più importanti direttamente sul blog.

Oggi vi parliamo della multa milionaria a British Airways, delle nuove restrizioni in Regno Unito, Belgio e Polonia, dell'inserimento di alcune regioni italiane o di tutto il Paese nelle zone rosse di Germania, Lituania, Belgio e Irlanda, delle certificazioni AllSafe degli hotel Accor, dell'allentamento delle restrizioni in Israele e della facilitazioni per ingressi in Repubblica Dominicana.

Coronavirus e viaggi: multa a British Airways, l'Italia di nuovo zona a rischio per diversi Paesi e tanto altro - 4

GERMANIA, RESTRIZIONI A CAMPANIA E LIGURIA

Dal 17 ottobre Campania e Liguria sono inserite nella lista delle regioni a rischio COVID-19, consultabile qui: https://www.rki.de/DE/Content/InfAZ/N/Neuartiges_Coronavirus/Risikogebiete_neu.html

Chi proviene o è transitato negli ultimi 14 giorni in queste due regioni ha l'obbligo di presentare un tampone effettuato non oltre 48 ore prima dell'entrata nel Paese oppure di sottoporsi ad un test al momento dell'ingresso (su richiesta delle Autorità sanitarie locali), oltre all'obbligo di segnalare il proprio ingresso in Germania (salvo chi ha compilato il "formulario per lo sbarco" distribuito a tutti i passeggeri sugli aerei). Fino al momento in cui si ottiene il risultato negativo del tampone, è obbligatorio restare in isolamento domiciliare (e se per qualsiasi motivo non viene effettuato il tampone, è necessario osservare una quarantena di 14 giorni).

A partire dall'8 novembre, le regole saranno ancora più restrittive: tutti coloro che faranno ingresso in Germania da aree considerate a rischio dovranno rispettare in ogni caso 5 giorni di isolamento domiciliare, e solo una volta trascorso tale periodo potranno effettuare il tampone ed interrompere la quarantena, in caso di risultato negativo). In assenza di tampone, l'obbligo di quarantena durerà 10 giorni.

MULTA MILIONARIA A BRITISH AIRWAYS

La compagnia britannica British Airways è stata multata di ben 20 milioni di sterline per il furto dei dati dei passeggeri avvenuto nel 2018. Il cosiddetto "data breach" e riguardò i dati personali e di pagamento di circa 400.000 clienti.

La multa, già salata, è in realtà più bassa del previsto: l'ICO (Information Commissioner's Office) aveva previsto una multa di 183 milioni di sterline, ovvero l'1,5% del fatturato della compagnia aerea. Le proteste di British Airways e le considerazioni relative alle difficoltà della compagnia legate all'emergenza Covid-19, hanno infine convinto il Garante inglese ad abbassare le pretese e l'importo della multa.

HOTEL ACCOR, CERTIFICAZIONI ALLSAFE

Sono arrivati al 40% gli hotel italiani del gruppo Accor certificati seguendo tutte le norme Allsafe attraverso un processo di revisione e certificazione, numero destinato a crescere nei prossimi mesi.

Il protocollo Allsafe è stata creato da Accor per dare agli ospiti la garanzia di uno standard di pulizia e igiene verificato da terzi. Questi standard sono stati sviluppati e controllati da Bureau Veritas, leader mondiale nel collaudo operativo, ispezioni e certificazioni.

INDIA

La sospensione dei voli internazionali è stata estesa fino al 30 ottobre 2020.

LITUANIA

Il 16 ottobre l’Italia è stata reinserita nell’elenco dei paesi a rischio, e di conseguenza i viaggiatori provenienti dall'Italia non devono presentare il tampone ma devono sottoporsi all'isolamento obbligatorio di 14 giorni. L’esito negativo del tampone non esonera dall’obbligo di isolamento.

REGNO UNITO, QUARANTENA DA ITALIA

L’Italia, a partire da domenica 18 ottobre, è inclusa nell’elenco dei Paesi ad alto rischio di contagio: pertanto i viaggiatori in arrivo dall’Italia o che abbiano soggiornato o transitato in Italia nei precedenti 14 giorni dovranno osservare un periodo di isolamento fiduciario di 14 giorni presso hotel o indirizzo privato, seguendo le istruzioni sull’auto-isolamento https://www.gov.uk/government/publications/coronav... del governo britannico.

In Inghilterra vigono tre livelli progressivi di restrizioni: divieto di assembramenti di più di 6 persone all’aperto e presso abitazioni private e obbligo di mascherina in locali pubblici e sui mezzi di trasporto nelle zone a rischio medio (tier 1); divieto di contatti sociali con persone che vivano ad un indirizzo diverso in abitazioni private e presso esercizi commerciali al chiuso (bar, hotel, ristoranti, pub) nelle zone a rischio elevato (tier 2); chiusura di bar e pub e altre misure addizionali concordate con gli enti locali nelle zone a rischio molto elevato (tier 3).

Londra e numerose città inglesi sono classificate come zone a rischio elevato - tier 2 - dal 17 ottobre. È possibile verificare le restrizioni in vigore con il codice postale dell’area in questione.

ISRAELE

A partire da domenica 18 ottobre il Governo israeliano ha disposto un primo parziale allentamento delle misure restrittive in vigore sin dal 18 settembre per contenere la diffusione del Covid-19 nel Paese. Decade il divieto di allontanarsi oltre 1000 metri dalla propria abitazione, ma restano in vigore le limitazioni agli assembramenti (massimo 10 perone all’interno, 20 all’esterno). Fortemente limitate anche l’attività di ristorazione - possibile solo in modalità “take-away” - quelle ricreative e di ricezione del pubblico.

BELGIO

Nuove misure restrittive a partire dal 19 ottobre e per la durata di un mese: chiusura di bar e ristoranti su tutto il territorio, divieto di circolazione tra le ore 24 e le ore 5 del mattino; ulteriori misure riguardano principalmente la riduzione del numero di persone con le quali è possibile avere contatti ravvicinati o comunque frequentare nell’ambito privato.

Per quanto riguarda gli ingressi, Liguria, Umbria, Campania e le province Autonome di Trento e Bolzano sono state inserite nella lista delle zone “rosse”; tutte le altre sono inserite nella lista delle zone “arancioni”, con riferimento alle quali è consigliata una prudenza rafforzata ed in provenienza dalle quali sono raccomandati l'effettuazione di un test e la quarantena (non obbligatori, come nel caso delle zone "rosse").

IRLANDA

Dal 12 ottobre nessun Paese è più presente nella cosiddetta "lista verde", che permetteva l'esenzione dalla quarantena all'arrivo.

POLONIA

Annunciate nuove misure restrittive su gran parte del Paese, con la chiusura delle scuole, il divieto di assembramenti e cerimonie e la chisura dei ristoranti a partire dalle 21.

REPUBBLICA DOMINICANA

La riapertura degli aeroporti è attiva già dal 1° luglio 2020, ma dal 15 settembre 2020 i turisti che arrivano nella Repubblica Dominicana non devono più presentare un test PCR che dimostri la negatività al Covid-19 effettuato prima dell'ingresso nel Paese. Sono invece effettuati test non invasivi casuali di respirazione rapida tra il 3% e il 10% dei passeggeri all'arrivo, con l’eccezione dei membri dell’equipaggio e dei bambini al di sotto dei 5 anni di età. Il test viene comunque somministrato a tutti i passeggeri con sintomi.

Coronavirus e viaggi: multa a British Airways, l'Italia di nuovo zona a rischio per diversi Paesi e tanto altro - 2

Coronavirus e viaggi: multa a British Airways, l'Italia di nuovo zona a rischio per diversi Paesi e tanto altro

Coronavirus e viaggi: multa a British Airways, l'Italia di nuovo zona a rischio per diversi Paesi e tanto altro