Varie

Coronavirus e viaggi: Ryanair sul passaporto vaccinale, controlli all'ingresso in Sicilia e altro

Autore , 9 marzo 2021 ore 12:31

Cari Pirati, trovate le tante notizie che riguardano il rapporto tra turismo, viaggi, trasporti e Coronavirus nella nostra pagina speciale Coronavirus e viaggi (che aggiorniamo con frequenza almeno bi-settimanale), ma anche in singoli articoli sulle novità più importanti e infine nei nostri appuntamenti del lunedì e del giovedì, come questo, dove raccogliamo per voi tutte le notizie rilevant degli ultimi giorni su questi temi.

Oggi vi parliamo dei nuovi colori delle regioni italiane, dei controlli al'ingresso in Sicilia con test o quarantena, delle dichiarazioni di Ryanair sul passaporto vaccinale (che potrebbe venir adottato dalla compagnia direttamente dalla sua app), delle buone aspettative della stessa Ryanair per i voli estivi, del crollo dei visitatori a Roma nel 2020 con un -74% di domanda turistica, della sperimentazione dello Iata Travel Pass da parte di Singapore Airlines, di Volotea che sceglie l'aeroporto di Venezia per lanciare i suoi nuovi aerei A320, di Mauritus che chiude le frontiere, dei possibili nuovi voli Covid-tested dall'Italia, della Grecia che proroga il lockdown, di Ryanair che lancia una nuova tratta dall'Italia verso Belfast, della proroga del contratto tra Alitalia e Regione Sardegna per i voli di continuità territoriale, del Belgio che proroga il divieto a viaggi non essenziali, di Lufthansa che spera di tornare a breve al livello di traffico del 70% del periodo pre-Covid, della Cina che introduce il passaporto vaccinale, di British Airways che offre test rapidi scontati ai suoi passeggeri.

Coronavirus e viaggi: Ryanair sul passaporto vaccinale, controlli all'ingresso in Sicilia e altro - 6

I NUOVI COLORI DELLE REGIONI IN ITALIA

Lenuove ordinanze del Ministero della Salute disegnano il quadro di un'Italia sempre più arancione e rossa: da ieri Friuli-Venezia Giulia e Veneto sono passate da gialle ad arancioni, mentre la Campania è diventata area rossa, mentre Lombardia e Piemonte sono da venerdì zone arancione "rafforzato" per le rispettive ordinanze regionali.

Area rossa: Basilicata, Campania, Molise

Area arancione: Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Marche, Toscana, Abruzzo, Umbria e le province autonome di Bolzano e Trento.

Area gialla: Valle d’Aosta, Liguria, Lazio, Calabria, Puglia e Sicilia

Area bianca: Sardegna

Tra giovedì e ieri sono entrati in area rossa anche le province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna, Modena e l'area metropolitana di Bologna, così come sono rosse le pronvince di Ancona, Chieti, Macerata e Pescara.

Coronavirus e viaggi: Ryanair sul passaporto vaccinale, controlli all'ingresso in Sicilia e altro - 4

CONTROLLI ALL'INGRESSO PROROGATI IN SICILIA

La Sicilia ha deciso di prorogare i controlli anti Covid-19 per i passeggeri in arrivo, sia via aereo che via nave, con verifiche nei principali varchi dell’isola, misure già partite la scorsa estate e poi intensificate a dicembre.

Lo prevede un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

La procedura prevede che chi fa il proprio ingresso in Sicilia è tenuto a registrarsi sulla piattaforma www.siciliacoronavirus.it. Questa misura non è prevista per i pendolari che hanno lasciato l’Isola per un periodo inferiore ai quattro giorni. Sulla piattaforma online è possibile dichiarare di aver effettuato un tampone molecolare nelle 48 ore antecedenti l’arrivo. In alternativa è possibile sottoporsi all'esame in uno dei drive-in allestiti dalle Asp, o presso un laboratorio autorizzato a proprie spese, con la raccomandazione di ripetere il test dopo 5 giorni. Chi non seguirà nessuna delle due indicazioni, ha l’obbligo di porsi in isolamento fiduciario per dieci giorni e di comunicarlo al medico di medicina generale o all’Asp.

RYANAIR E PASSAPORTO SANITARIO

Ryanair, la principale compagnia aerea in Europa per numero di passeggeri, si è dichiarata attraverso le perole del suo CEO Michael O'Leary, poco fiduciosa sull'idea del passaporto vaccinale (ne abbiamo parlato qui), soprattutto perché i tempi per trovare un accordo comune in Europa sarebbero troppo lunghi per essere pronti per la ripresa dei voli prevista per l'estate.

Anche se O'Leary ha dichiarato che Ryanair "non è un grande sostenitore del principio del passaporto vaccinale", almeno appunto nella versione unificata che deve essere approvata dalla UE e da tutti i governi, si prepara ad adottare in proprio una soluzione molto simile.

Sarà infatti possibile caricare direttamente sull'app Ryanair il certificato di vaccinazione o i test PCR negativi, in modo da avere tutto in formato digitale e potersi (si spera) muovere liberamente. L'idea è molto simile a quella che stanno sperimentando diverse società e compagnie aeree, ma naturalmente una dichiarazione del genere da parte della principale compagnia aerea low cost d'Europa, per di più in una sede istituzionale (un'audizione alla Commissione trasporti nel Regno Unito) ha un peso particolarmente importante.

O'Leary ha anche detto che la legislazione attuale è "folle" e "completamente priva di senso", poiché le regole di ingresso richiedono risultati dei test in inglese, spagnolo o francese - quindi Ryanair deve affrontare "accuse penali" per i passeggeri che volano con risultati dei test in tedesco e italiano. O'Leary si è naturalmente detto anche fortemente contrario alla normativa inglese con la quarantena in hotel per i paesi a rischio.

RYANAIR FIDUCIOSA NELLA RIPRESA ESTIVA

Il CEO di Ryanair Michael O’Leary ha anche parlato della situazione finanziaria di Ryanair, in vista della chiusura dell'anno fiscale a fine marzo, che vedrà per la low cost una perdita record, con un rosso da 850 milioni di euro.

Ma per O’Leary il tunnel sembra quasi finito e si aspetta che la prossima estate ci sarà davvero l’inversione di tendenza tanto attesa, tanto da prevedere un sostanziale pareggio nei conti della compagnia nel prossimo esercizio.

Ryanair si aspetta che, nel trimestre da luglio a settembre, il volume di traffico possa salire fino al 60-70% rispetto al 2019, un dato che deriva dall’andamento delle prenotazioni e dalla convinzione che l’avanzamento della campagna vaccinale rimetterà in moto la macchina dei trasporti e del turismo.

Quanto poi alla successiva stagione invernale il peggio sarà ormai alle spalle e si ripartirà con un trend di traffico se non ai livelli precedenti almeno all’80 per cento. Che per l’intero comparto oggi rappresenta un sogno.

ROMA, PER LA PANDEMIA -74% DI TURISTI

Una ricerca di Intesa Sanpaolo e Srm, centro studi collegato al gruppo bancario, ha evidenziato il crollo del turismo nella capitale: nel 2020 la domanda turistica a Roma è diminuita del 74,1% e del 71,8% nel Lazio.

Il calo è stato ovviamente più contenuto per le presenze italiane (-45%), più marcato per gli stranieri (-88%).

Per quanto riguarda la ripresa, lo studio prospetta quest'anno una crescita della domanda turistica con valori tra 12,8, 20,3 e 23,1 milioni di presenze, rappresentando rispettivamente il 37,3%, il 58,9% e il 67,1% del potenziale espresso nel 2019, quindi solo un parziale recupero dei volumi pre-Covid.

SINGAPORE AIRLINES SPERIMENTA LO IATA TRAVEL PASS

Aumentano le compagnie aeree che sperimentano l’app Iata Travel Pass, il nuovo servizio della Iata per la verifica digitale della salute dei viaggiatori, di cui vi abbiamo parlato qui. L'ultima ad averlo adottato è Singapore Airlines, che testerà il pass sui passeggeri della tratta Singapore-Londra con una fase di prova che durerà dal 15 al 28 marzo.

Per ora la sperimentazione è rivolta a tutti i passeggeri che dispongono di smartphone con il sistema operativo iOS. Una volta installata l'app potranno prenotare il loro test Covid-19 prima della partenza in una delle sette cliniche di Singapore che aderiscono al progetto. Creando un’id digitale che contiene una foto e le informazioni sul passaporto (informazioni contenute solo nell’app e non in un database centrale) gli utenti potranno visionare il risultato del test e confermare lo stato di volo direttamente sull’app.

Prima dell’imbarco dovranno comunque dimostrare di aver confermato lo stato di volo nell'app al personale addetto al check-in di Singapore Airlines all'aeroporto di Singapore Changi. Insieme all'app, i passeggeri dovranno comunque per ora portare anche un documento cartaceo con i risultati del test Covid-19 fornito loro dalla clinica in cui è stato eseguito il test.

Se il programma pilota avrà successo, l'intero processo di verifica della salute digitale sarà integrato nell'app mobile Singapore Airlines SingaporeAir entro la metà del 2021.

VOLOTEA, A VENEZIA I SUOI PRIMI A320

Arriveranno a Venezia nelle prossime settimane i nuovi A320 da 180 posti di Volotea, i primi velivoli europei di questo tipo della compagnia in tutta Europa. Grazie ai nuovi velivoli il vettore incrementerà del 15% la propria capacità di trasporto passeggeri all'aeroporto Marco Polo.

Imprimendo un’accelerazione al rinnovo della flotta, Volotea diventerà a breve totalmente Airbus eliminando gradualmente i Boeing 717 e aggiungendo dai 15 ai 19 velivoli A320.

Per Carlos Muñoz, presidente e fondatore di Volotea, “i nuovi aeromobili sigillano un ulteriore rafforzamento tra Volotea, Venezia e tutto il Veneto. Nel 2012 Venezia è stata la base che ha tenuto a battesimo il nostro primo volo e, idealmente, vogliamo omaggiarla, basando proprio presso lo scalo veneto i nostri primi A320 in Europa”.

Annunciata da poco anche la nuova rotta da Venezia a Minorca: nei periodi di maggiore traffico il vettore baserà al Marco Polo un minimo di tre aerei, superando del 9% il volume di posti in vendita durante l’estate pre-Covid del 2019.

MAURITIUS CHIUDE LE FRONTIERE

In seguito alla rilevazione di nuovi casi di Covid-19 a Mauritius (che per mesi era stata considerata “covid-free”), le autorità locali hanno disposto la chiusura totale delle frontiere aeree e marittime e introdotto altre misure restrittive, tra cui il divieto di eventi pubblici. Per il momento non è stata resa nota una scadenza dei provvedimenti adottati.

IL NUOVO DPCM RILANCIA I VOLI COVID-TESTED

ll numero dei voli Covid tested potrebbe aumentare, almeno secondo l’ultimo Dpcm, il primo varato dal nuovo presidente del Consiglio Mario Draghi.

All’articolo 54, quello che riguarda il trasporto pubblico, il decreto afferma: “è possibile individuare ulteriori tratte per le quali l'imbarco ai passeggeri è consentito a seguito di obbligatorio test antigenico rapido eseguito prima dell'imbarco o a seguito di presentazione di certificazione attestante il risultato negativo di un test molecolare (RT PCR) o antigenico, effettuato per mezzo di tampone non oltre le 48 ore precedenti all'imbarco”.

Il passaggio successivo sarà l’emanazione di ordinanze da parte del ministero della Salute, alle quali dovranno seguire le applicazioni a livello territoriale con l'intervento delle Regioni, che dovranno mettere in campo personale, mezzi e risorse.

La speranza è soprattutto per i voli extra-Ue, che al momento sono i più penalizzati dalle restrizioni sui viaggi. Del resto i risultati dei primi voli di questo tipo aperti negli scorsi mesi, ovvero il Roma - New York e il Roma - Atlanta, hanno dato risultati confortanti, dal momento che il tasso di positività nei 38 voli monitoriati è stato dello 0,13%, ovvero solo 5 su 3824 passeggeri arrivati a Roma.

Le anticipazioni dicono che le prossime tratte candidate potrebbero essere la Milano Malpensa - Dubai e la Milano - New York, che si aggiungerebbero alle cinque tratte servite da Roma Fiumicino.

GRECIA PROROGA LOCKDOWN

Il lockdown, introdotto su tutto il territorio nazionale dal 7 novembre 2020, è stato esteso fino al 16 marzo 2021, con possibilità di ulteriore proroga.

In tutto il Paese per poter circolare è necessario inviare un SMS al numero gratuito 13033 (funzionante però solo per i numeri greci) .

RYANAIR LANCIA IL BERGAMO - BELFAST

Ryanair ha annunciato l’introduzione di una nuova rotta che, a partire da luglio, collegherà con un servizio bisettimanale Milano Bergamo e Belfast.

“Con la consapevolezza che le restrizioni legate al Covid cambiano regolarmente, Ryanair ora consente fino a due modifiche gratuite della data del volo su tutte le prenotazioni effettuate prima del 31 marzo 2021. I clienti possono ora prenotare voli per una pausa, sapendo che se hanno bisogno di posticipare o modificare le date di viaggio, possono farlo senza alcun supplemento per il cambio volo fino alla fine di ottobre 2021” ha affermato Chiara Ravara, sales & marketing manager di Ryanair per l’Italia.

REGIONE SARDEGNA E ALITALIA, PROROGA DELLA CONTINUITÀ TERRITORIALE

Firmata la proroga dei contratti con Alitalia per i voli aerei da e per la Sardegna in regime di continuità territoriale sino al 28 ottobre 2021.

Christian Solinas, presidente della Regione Sardegna, ha affermato: "nonostante il ridimensionamento prospettato del nuovo asset di Alitalia è possibile garantire ai sardi e ai viaggiatori il diritto alla mobilità con frequenze conformi alle necessità, anche a salvaguardia dell’imminente stagione turistica. Il nostro impegno è orientato a dare definitiva attuazione a un adeguato sistema di continuità territoriale aerea”.

Per l’assessore regionale dei Trasporti, Giorgio Todde, “la firma della proroga, resa possibile grazie anche allo stanziamento di 25 milioni di euro previsti nella legge Finanziaria appena approvata, era necessaria per dare certezze e per tutelare l’industria turistica, che rappresenta una delle principali componenti dell’economia nell’Isola”

BELGIO, PROROGA DIVIETO VIAGGI NON ESSENZIALI

Mentre continua ad essere operante la chiusura di bar e ristoranti su tutto il territorio, insieme al divieto di circolazione tra le ore 24.00 e le ore 5.00 del mattino (nella regione di Bruxelles-Capitale dalle ore 22.00 alle ore 6.00), è stata prorogata fino al 18 aprile la misura decisa a fine gennaio, ovvero il divieto di effettuare viaggi “non essenziali” da/verso il Belgio. In caso di viaggi di natura essenziale, sarà necessario compilare la autocertificazione reperibile sulla homepage del sito istituzionale dedicato (in formato cartaceo o elettronico) e barrare l’opzione che corrisponde alla motivazione del viaggio stesso.

LUFTHANSA PREVEDE DI TORNARE AL 70% DELLA CAPACITÀ PRE-COVID

Lufthansa, uno dei colossi dei cieli in Europa, lo scorso anno ha operato solo al 31% della sua capacità, ma negli ultimi mesi è salita intorno al 50% e ora si prepara ad aumentare ancora i posti disponibili, confidando nella ripresa estiva.

L'amministratore delegato Carsten Spohr ha spiegato: “con l’aumento della domanda potremo arrivare a offrire di nuovo fino al 70% della nostra capacità pre-crisi a breve termine”. Spohr comunque non prevede il ritorno al 90% dell'offerta, rispetto ai livelli pre-pandemia, prima del 2025, ma il gruppo stima di ritornare ad avere flussi di cassa operativi positivi già con il superamento del 50% dell’offerta.

Per superare questa quota Spohr pensa che serva un'accelerazione delle campagne vaccinali e un accordo internazionale sul passaporto di immunità, che per l'ad di Lufthansa dovrebbe arrivare a sostituire del tutto test e quarantene.

PASSAPORTO VACCINALE IN CINA

La Cina il primo Paese al mondo a emettere un passaporto vaccinale che attesta l'immunizzazione per il Covid-19. Si tratta di un certificato, digitale o cartaceo, che mostra lo stato vaccinale di un cittadino e i risultati dei test per il coronavirus che ha effettuato.

Il certificato può essere ottenuto attraverso la piattaforma WeChat, è disponibile al momento solo per i cittadini cinesi e non è ancora obbligatorio.

Scopo del piano è "contribuire a promuovere la ripresa economica mondiale e facilitare i viaggi transfrontalieri", spiega un portavoce del ministero degli Esteri cinese.

Il certificato contiene un codice Qr che consente alle autorità degli altri Paesi di ottenere le informazioni sanitarie dei turisti provenienti dalla Cina, spiega l'agenzia statale Xinhua. In Cina un sistema di codici Qr viene già utilizzato per regolare l'accesso ai trasporti e ad altri luoghi pubblici, tramite app che tracciano gli spostamenti dei cittadini e producono un codice "verde" se l'interessato non è stato in stretto contatto con persone infette o non ha viaggiato in zone considerate focolai.

La Cina ha al momento vaccinato poco più del 3% della popolazione ma spera di raggiungere il 40% entro la fine di luglio.

BRITISH AIRWAYS, TEST RAPIDI SCONTATI PER I PASSEGGERI

British Airways offre ai suoi clienti l’opportunità di ordinare con lo sconto kit per i test antigenici rapidi per il Covid-19. I kit provengono da Qured, il fornitore approvato dal governo britannico, e sono offerti da British Airways a 33 sterline.

I kit possono anche essere portati con sé all’estero, in preparazione del viaggio di ritorno nel Regno Unito. Tramite una videochiamata prenotata in anticipo un consulente sanitario professionista guiderà da remoto il cliente accompagnandolo passo a passo nella procedura di prelievo del campione nasale e faringeo e di elaborazione del campione stesso.

Il risultato è disponibile dopo 20 minuti e, nel caso il test sia negativo, il passeggero può scaricare un certificato di idoneità. I risultati del test Qured o di test fatti cona altri fornitori possono essere caricati in modo sicuro e protetto nell’app VeriFLY che anche British Airways ha incominciato a sperimentare.

Coronavirus e viaggi: Ryanair sul passaporto vaccinale, controlli all'ingresso in Sicilia e altro - 2

Coronavirus e viaggi: Ryanair sul passaporto vaccinale, controlli all'ingresso in Sicilia e altro

Coronavirus e viaggi: Ryanair sul passaporto vaccinale, controlli all'ingresso in Sicilia e altro