Varie

Coronavirus e viaggi: dietrofront sullo sci (chiusura fino al 5 marzo) e restrizioni per rientri dall'Austria

Autore , 15 febbraio 2021 ore 12:31

Cari Pirati, trovate le tante notizie che riguardano il rapporto tra turismo, viaggi, trasporti e Coronavirus nella nostra pagina speciale Coronavirus e viaggi (che aggiorniamo con frequenza almeno bi-settimanale), ma anche in singoli articoli sulle novità più importanti e infine nei nostri appuntamenti del lunedì e del giovedì, come questo, dove raccogliamo per voi tutte le notizie rilevant degli ultimi giorni su questi temi.

Oggi vi parliamo delle nuove restrizioni per gli ingressi in Italia dall'Austria e dal Brasile, del dietrofront lastminute sull'apertura degli impianti sciistici (rinviata al 5 marzo), dei nuovi colori delle regioni italiane, del governo britannico che sconsiglia i viaggi all'estero per la prossime estate ai suoi cittadini, di easyjet che sbarca all'aeroporto di Bergamo, di Royal Caribbean che permetterà ai suoi dipendenti di riprendere a lavorare solo se vaccinati per il Covid-19, delle agenzie di viaggio italiane che cominciano a vendere pacchetti con tampone incluso, della Slovenia che ha approvato l'ingresso senza restrizioni per vaccinati o guariti dal Covid-19, di Air France che pensiona i suoi B777, di tre nuove navi da crociera per la traversata artica, di gennaio che vede il 76% di voli in meno in Italia, della chiusura della compagnia aerea Air Namibia e della Slovacchia che introduce la quarantena obbligatoria.

Coronavirus e viaggi: dietrofront sullo sci (chiusura fino al 5 marzo) e restrizioni per rientri dall'Austria - 6

RESTRIZIONI PER I RIENTRI IN ITALIA DA AUSTRIA E BRASILE

Una nuova ordinanza del Ministero della Salute ha imposto restrizioni per chi rientra in Italia da Austria e Brasile.

Per il Brasile si tratta di una proroga del divieto di ingresso in Italia di chi ha soggiornato o transitato nel paese sudamericano negli ultimi 14 giorni, ma prevede un'eccezione per i residenti in Italia. In questo caso (e solo se non si hanno sintomi da Covid-19) sono necessari 3 tamponi (uno prima di partire, uno all'arrivo e l'ultimo alla fine della quarantena) e la quarantena obbligatoria di 14 giorni.

Per l'Austria si tratta invece di una novità, dettata dall'alta circolazione delle varianti del virus nel paese, ed in particolare quella sudafricana: chiunque abbia anche solo transitato per più di 12 ore in Austria deve sottoporsi alla stessa procedura di cui sopra, con 3 tamponi e isolamento obbligatorio per 14 giorni.

SCI, CAMBIA TUTTO: IMPIANTI CHIUSI FINO AL 5 MARZO

Dopo il via libera del CTS all'apertura degli impianti sciistici in zona gialla (ve ne abbiamo parlato nel dettaglio qui) e in assenza di provvedimenti dell'uscente governo Conte in occasione della proroga del divieto di spostamento tra regioni fino al 25 febbraio (vedi qui), sembrava ormai tutto pronto per il sospirato avvio della stagione sciistica invernale, con tanto di ordinanze da parte di diverse regioni.

Invece nel fine settimana, dopo un altro parere stavolta negativo del CTS, è arrivata la doccia fredda last minute: il Ministero della Salute ha bloccato l'apertura degli impianti, rinviando tutto al 5 marzo, data di scadenza del DPCM 14 gennaio 2021.

Il provvedimento è motivato dai dati dell'Istituto Superiore di Sanità pubblicati venerdì, che attestavano un'ampia circolazione della cosiddetta "variante inglese" del virus SARS-CoV-2 (caratterizzata da una maggiore contagiosità) anche in Italia, dove ormai rappresenta quasi il 18% del totale dei contagi.

Come accennato sopra lo stesso Comitato Tecnico Scientifico ha invertito la precedente raccomandazione, sostenendo venerdì che non sussistono più le condizioni per l'apertura negli impianti, anche se prevista solo nelle aeree "gialle".

REGIONI ITALIANE, LA NUOVA MAPPA CON I COLORI

L'ordinanza pubblicata sabato dal Ministero della Salute ha modificato la mappa del rischio delle regioni italiane, con 4 nuove regioni in fascia di rischio arancione a partire da ieri: Abruzzo, Liguria, Toscana e la Provincia Autonoma di Trento, che si aggiungono quindi a Provincia di Bolzano e Umbria. La Sicilia invece passa da arancione a gialla.

Ecco il quadro completo:

  • area gialla: Calabria, Campania, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto
  • area arancione: Abruzzo, Liguria, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria.
  • area rossa: nessuna regione.

Coronavirus e viaggi: dietrofront sullo sci (chiusura fino al 5 marzo) e restrizioni per rientri dall'Austria - 4

GOVERNO UK CONTRO LE VACANZE ALL'ESTERO

Alcuni autorevoli esponenti del governo britannico stanno invitando i cittadini a non prenotare le vacanze estive, e, nel caso, a non prenotarle all’estero.

Tra questi il ministro del Trasporti, Grant Shapps, che qualche giorno fa aveva invitato i britannici a non prenotare ancora le loro vacanze estive, ma di attendere invece un quadro più chiaro della situazione epidemiologica. Anche il ministro della Sanità, Matt Hancock, ha ribadito lo stesso invito, suggerendo anche l’opportunità di guardare a mete domestiche, proponendo “una grande estate britannica”.

Un appello alla prudenza che coincide con i risultati di un sondaggio realizzato da YouGov: l’83% dei britannici non pensa di avere davanti un’estate normale e di fatto non ha ancora prenotato nulla.

EASYJET ARRIVA ANCHE ALL'AEROPORTO DI BERGAMO

easyJet ha annunciato l'avvio delle operazioni da Bergamo e il ripristino del volo Palermo - Amsterdam.

La rotta da Orio al Serio, una prima volta per la compagnia britannica nell'aeroporto dominato dalla concorrente Ryanair, sarà inizialmente solo una, quella per Olbia, con frequenza giornaliera dal 28 maggio al 23 ottobre.

“Questa nuova rotta – sottolinea il country manager Lorenzo Lagorio - rappresenta anche l’occasione per iniziare una collaborazione con l’aeroporto di Bergamo che ci auguriamo sarà proficua e generi ulteriori opportunità di sviluppo in futuro, nonché di ampliare il portafoglio di rotte con cui colleghiamo Olbia a sempre più destinazioni in Italia e in Europa”

ROYAL CARIBBEAN, DIPENDENTI POTRANNO TORNARE A LAVORARE SOLO SE VACCINATI

Royal Caribbean Group richiederà ai dipendenti di vaccinarsi prima di tornare in servizio a bordo delle navi. Il gruppo crocierististo lo ha scritto in una lettera inviata ai membri degli equipaggi delle tre compagnie di sua proprietà: Royal Caribbean International, Celebrity Cruises e Silversea Cruises.

Nella lettera si legge: "finora diversi vaccini si sono dimostrati efficaci nel prevenire i sintomi sia lievi che gravi di Covid-19 e intendiamo farne una componente chiave del nostro sano ritorno in servizio. Pertanto pensiamo di richiedere la vaccinazione come requisito per tornare a lavorare sulle nostre navi”.

Royal Caribbean ha comunicato che “la salute del nostro equipaggio e degli ospiti rimane la nostra priorità numero uno. A questo punto della nostra pianificazione, basata sulla scienza e sulla guida dei nostri esperti, stiamo passando da una strategia basata principalmente sui protocolli a una basata sui vaccini e supportata dai protocolli”

AGENZIE VENDONO PACCHETTI CON TAMPONE INCLUSO

All'estero sono già tante le agenzie di viaggio che propongono pacchetti comprensivi della prenotazione del tampone, se richiesto dalla destinazione scelta.

Ora anche in Italia si parte con questo tipo di offerta, come l'agenzia milanese Azemar. L'idea è di semplificare le procedure per il viaggiatore, garantendo anche la prenotazione della prestazione sanitaria necessaria per partire.

Il servizio è organizzato in partnership con Chiarini Group attraverso Medical Care Milano: per chi prenota un viaggio, l'operatore procederà immediatamente a fissare il servizio di Pcr Test in una struttura vicina alla residenza dei clienti o direttamente nell'abitazione.

SLOVENIA, INGRESSO LIBERO PER VACCINATI O GUARITI

Dal 13 febbraio, per l'ingresso in Slovenia, tra le eccezioni all’obbligo di isolamento e di presentazione del referto negativo al test sono previsti anche i seguenti casi:

- persona che presenta un certificato relativo al risultato positivo HAGT (test antigenico rapido) o PCR al SARS-CoV-2 rilasciato almeno 21 giorni prima ma non oltre i sei mesi precedenti o un certificato medico che attesti che la persona ha avuto il COVID-19 e che non sono trascorsi più di sei mesi dall’inizio dei sintomi;

-persona che presenta un certificato di vaccinazione anti COVID-19 dimostrando che dalla seconda dose del vaccino prodotto da Biontech/Pfizer sono passati più di 7 giorni, mentre per i vaccini prodotti da MODERNA 14 e AstraZeneca più di 21 giorni.

AIR FRANCE PENSIONE I SUOI B777

Air France pensiona i suoi Boeing B777-200ER, con una procedura graduale iniziata venerdì scorso.

Entro marzo si prevede che gli aeromobili non faranno più parte del parco macchine del vettore, sostituiti dai nuovi Airbus 350.

TRE NUOVE NAVI DA CROCIERA POLARI PER SWAN ELLENIC

Arrivano tre nuove navi da crociera artiche per Swan Ellenic.

La prima a navigare il Passaggio Artico del Nord-Est si chiamerà Sh Vega, in produzione nel cantiere di Helsinki, e avrà uno scafo rinforzato antighiaccio progettato per navigare in luoghi particolarmente inaccessibili. A bordo ci sarà spazio per 152 ospiti in 76 cabine, la maggior parte dotata di balconi, e per 120 membri di equipaggio.

Altre due navi arriveranno entro il 2022 con analoghe caratteristiche.

GENNAIO, VOLI IN CALO DEL 76% IN ITALIA

Non si arresta la crisi del trasporto aereo a causa della pandemia.

A gennaio il comparto aereha registrato in Europa un calo dei voli commerciali del 68% rispetto allo stesso periodo del 2020, ma il calo è ancora più accentuato in Italia, dove l'offerta è diminuita invece del 76%.

L'aeoporto di Fiumicino, il principale hub nazionale ha raggiunto una punta del 78%, con soli 16.400 voli nel mese.

Nel resto d'Europa fa peggio Monaco (-85%), meglio invece Parigi Charles de Gaulle (-63%), Amsterdam Schiphol (-61%), Francoforte (-64%) e Madrid (-70%).

CHIUDE AIR NAMIBIA

Chiuse tutte le attività di volo: Air Namibia si arrende e 75 anni dopo la fondazione mette a terra la flotta di 10 aeromobili e oltre 600 dipendenti.

L'effetto è immediato: i voli sono cancellati e gli aeromobili della compagnia africana, il cui governo namibiano è l'unico azionista, stanno rientrando alla base.

Sospesi anche tutti i canali di prenotazione: i clienti che hanno già acquistato biglietti possono chiedere il rimborso agli indirizzi [email protected] o [email protected]

SLOVACCHIA, QUARANTENA OBBLIGATORIA

Per entrare in Slovacchia, dal 17 febbraio, diventa obbligatorio sottoporsi a 14 giorni di quarantena.

Tale obbligo diventa generalizzato e non superabile neppure con la presentazione di un risultato negativo per il test Covid. L’isolamento domiciliare può terminare prima dei 14 giorni dopo un esito negativo del test effettuato non prima dell’8° giorno dopo l’ingresso in Slovacchia.

Coronavirus e viaggi: dietrofront sullo sci (chiusura fino al 5 marzo) e restrizioni per rientri dall'Austria - 2

Coronavirus e viaggi: dietrofront sullo sci (chiusura fino al 5 marzo) e restrizioni per rientri dall'Austria

Coronavirus e viaggi: dietrofront sullo sci (chiusura fino al 5 marzo) e restrizioni per rientri dall'Austria