Varie

Coronavirus e viaggi: possibile divieto di ingresso dei turisti inglesi in UE e tanto altro!

Autore , 17 dicembre 2020 ore 13:31

Cari Pirati, sono sempre più le notizie che riguardano il rapporto tra turismo, viaggi, trasporti e Coronavirus. Nuove limitazioni e nuove aperture, tagli di voli e ripristino di nuove tratte, una normativa italiana in continua evoluzione anche per gli interventi specifici delle singole regioni. Per questo abbiamo ripreso ad aggiornare con frequenza almeno bi-settimanale la nostra pagina speciale Coronavirus e viaggi, dove trovate tutte le informazioni utili sui Paesi dove possiamo o non possiamo viaggiare, sulle novità dei trasporti e sulla questione rimborsi/voucher.

Per le novità più importanti pubblicheremo un articolo a parte, ma per non farvi perdere gli aggiornamenti settimanali pubblicheremo anche una raccolta delle novità più importanti direttamente sul blog.

Guardate anche il nostro articolo sulle restrizioni al movimento del periodo delle prossime feste natalizie, anche se al momento è allo studio un'ulteriore stretta nel periodo dal 24 dicembre al 3 gennaio, della quale non sono ancora perà state decise le modalità.

Oggi vi parliamo di easyJet che anticipa la vendita dei voli (con modifica gratuita) per l'inverno 2022, del possibile divieto di ingresso ai turisti inglesi in UE a partire dal 1° gennaio, dell'indagine aperta dall'Antritrust sui prezzi dei treni nel periodo prenatalizio, sul test Covid-19 obblitagorio per l'ingresso in Croazia, della ripresa dei voli Alitalia per il Sud America dopo il blocco della scorsa primavera, del fallimento dell'iniziativa per la quarantena breve in Regno Unito, dell'assicurazione Covid-19 gratuita di Japan Airlines, del nuovo lockdown in Olanda, delle novità per i voli tra Europa e Sudafrica, del lockdown allentato in Irlanda ma solo per il periodo natalizio, della ripresa dei voli tra Italia e Senegal (sempre più Covid-free), della quarantena obbligatoria per l'ingresso in Svizzera da tre regioni italiane.

Coronavirus e viaggi: possibile divieto di ingresso dei turisti inglesi in UE e tanto altro! - 4

EASYJET, IN VENDITA I VOLI PER L'INVERNO 2022

easyJet apre già alla vendite per i voli del 2022, con l'idea di dare la possibilità ai clienti di prenotare con largo anticipo le vacanze per il prossimo inverno e risparmiare.

Disponibili oltre 36 milioni di posti su più di 200.000 voli: l'apertura riguarda i voli dal 1° ottobre 2021 al 26 marzo 2022, e i passeggeri possono prenotare con tranquillità i voli in questo periodo perché saranno modificabili gratuitamente entro 14 giorni dalla partenza.

Per Lorenzo Lagorio, country manager di easyJet Italia, "siamo coscienti che molte persone hanno dovuto modificare i propri programmi di viaggio quest’anno e così abbiamo deciso di mettere in vendita il nostro programma invernale per il 2022 in anticipo in modo che i nostri clienti possano già fare piani per il prossimo inverno prenotando un nuovo viaggio oppure, se stanno riorganizzando i loro progetti, avere ancora più date e destinazioni tra cui scegliere. Prenotando in anticipo i clienti otterranno anche il miglior rapporto qualità-prezzo su centinaia di destinazioni della nostra rete”.

In caso di cancellazione dei voli, i passeggeri continuano ad avere diritto a un trasferimento gratuito su un volo alternativo, a un voucher oppure a un rimborso.

BREXIT, DA GENNAIO GLI INGLESI NON POTRANNO ENTRARE NELLA UE?

La Brexit con un sempre più probabile "no deal", ovvero senza accordo con l'Unione Europea, potrebbe avere conseguenze per i cittadini britannici, che da gennaio potrebbero non poter fare ingresso in Europa, almeno finché varranno le regole attuali di contenimento dell'epidemia.

I britannici sarebbero equiparati ad un paese extra-europeo e quindi senza possibilità di fare ingresso nei paesi dell'Unione Europea. Allo stato attuale, infatti, possono entrare in Europa solo i cittadini di alcuni Paesi non-UE con bassi tassi di contagio da coronavirus; per il resto sono vietati tutti i viaggi, tranne quelli essenziali, negli Stati del Vecchio Continente.

I primi effetti si sono già fatti sentire: la Norvegia ha già comunicato che impedirà ai turisti britannici di entrare all’interno del suo territorio a partire dal 2021, mentre l'Unione Europea ha specificato che non prorogherà al 2021 l’eccezione fatta per il Regno Unito durante il periodo di transizione del 2020.

Naturalmente non è facile per il settore turistico, già duramente colpito dalla pandemia, rinunciare per intero alla fetta del turismo inglese, per cui, se questa è la situazione attuale, ci si attende qualche accordo almeno su questo aspetto dei viaggi tra UE e Regno Unito, ma visti i tempi ridotti probabilmente si inizierà il 2021 con i divieti in attesa di un accordo successivo.

ANTITRUST APRE INDAGINE SUL PREZZO DEI TRENI NATALIZI

L’Antitrust, ovvero l'Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato, ha avviato un’indagine preistruttoria sui prezzi dei treni durante le festività natalizie.

L'indagine riguarda sia Trenitalia che Italo, società alle quali sono stati chiesti chiarimenti rispetto all'offerta di collegamenti e soprattutto all'aumento dei prezzi dei biglietti nel periodo tra il 15 dicembre e il 15 gennaio. L'autorità ha infatti rilevato prezzi anomali nei giorni precedenti l'entrata in vigore del DPCM del 3 dicembre, ovvvero subito prima del 21 dicembre.

Italo ha comunicato in una nota "di aver, come sempre, agito nel pieno rispetto delle norme a tutela dei consumatori e del mercato. Italo sta ponendo in essere uno sforzo significativo per aumentare di poche unità i treni in circolazione, sempre nel rispetto del coefficiente di riempimento massimo che per il settore Av dallo scorso mese di aprile è pari al 50%, al fine di garantire un servizio ai cittadini in un periodo delicato e importante per tutti come il Natale".

TEST COVID PER L'INGRESSO IN CROAZIA

Con misure in vigore fino al 15 gennaio 2021, le Autorità croate hanno disposto le seguenti limitazioni relative all’ingresso in Croazia:

1) Le persone provenienti direttamente dai Paesi e/o Regioni dell'Unione Europea, Paesi e/o Regioni dell'area Schengen e Paesi associati all'area Schengen, che sono elencati nella “lista verde” del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (al momento solo la Norvegia) possono liberamente entrare in Croazia.

2) Le persone provenienti direttamente da tutti gli altri Paesi e/o Regioni dell'Unione Europea, Paesi e/o Regioni dell’area Schengen e Paesi associati all'area Schengen, non compresi nel punto 1, possono entrare in Croazia presentando l’esito negativo al tampone per COVID-19 effettuato tramite il metodo PCR nelle ultime 48 ore oppure effettuando il tampone all'arrivo in Croazia e sottoponendosi all’autoisolamento prima di ricevere l’esito negativo.

ALITALIA, RIPRENDONO I VOLI PER IL SUDAMERICA

Sono ripresi i collegamenti di Alitalia con il Sud America, interrotti dalla scorsa primavera, con il decollo del volo da Roma a San Paolo. Il 19 dicembre partono anche i voli per Buenos Aires.

In entrambi i casi i voli saranno settimanali ed operati con un B777.

Il volo per il Brasile decollerà da Fiumicino ogni martedì alla 22:05 per arrivare a San Paolo alle 6:25 locali. Il volo di ritorno partirà invece il giovedì alle 16:05 per arrivare alle 7:15. Il collegamento con l’Argentina partirà invece ogni sabato da Fiumicino alle 21:50 e arrivo alle 8; il decollo da Buenos Aires avverrà invece ogni lunedì alle 15 per arrivare a Roma alle 7:55.

QUARANTENA CORTA IN REGNO UNITO, GIÀ FALLITA L'INIZIATIVA?

L'iniziativa "Test To Release" del Regno Unito, nata per permettere ai viaggiatori in arrivo di accorciare la quarantena obbligatoria in Gran Bretagna, passando in isolamento 5 giorni (grazie ad un test il quinto giorno) e non i 10 previsti per tutti, è appena partita ma sembra già vicina al fallimento.

La gestione delle prenotazioni del test è infatti entrata subito nel caos, rendendo praticamente impossibile procedere alla prenotazione. Il problema sembra essere che solo 11 fornitori hanno avuto l'autorizzazione di effettuare il test, a fronte di un numero di domande decisamente troppo grande per permettere di accontentare tutte le richieste. Addirittura alcuni dei fornitori hanno chiesto al governo di essere elimitati dalla lista perché subissati dalle richieste e proteste dei viaggiatori.

JAPAN AIRLINES, ASSICURAZIONE COVID-19 GRATUITA

Japan Airlines fornirà un'assicurazione gratuita per tutti i viaggiatori che dovessero risultare positivi al Covid-19 durante il viaggio. La copertura, fornita in collaborazione con Allianz Travel, ha un massimale di circa 180.000 dollari in spese mediche, inclusa la quota da versare per il test iniziale e il trattamento successivo. Sono coperti anche i costi connessi alla quarantena e i costi di viaggio aggiuntivi per il ritorno a casa.

La copertura assicurativa sarà offerta gratuitamente a tutti i viaggiatori internazionali per i voli operati tra il 23 dicembre 2020 e il 30 giugno 2021, con validità a partire dai 31 giorni antecedenti la prima tratta di un itinerario con la compagnia aerea, e scade nel momento in cui il passeggero ritorna nel proprio paese di residenza.

Anche altri grandi vettori al momento offrono coperture simili, integrate nel prezzo del biglietto: Emirates, Etihad, Cathay Pacific, Virgin Atlantic e WestJet.

LOCKDOWN IN OLANDA

Dal 15 dicembre e fino al 19 gennaio rimangono chiusi in Olanda tutti gli esercizi commerciali non essenziali, le attività che prevedono contatti fisici (parrucchieri, saloni di bellezza, centri massaggi), palestre, cinema, teatri e musei. Resteranno aperti i negozi di generi alimentari ed essenziali, farmacie, studi medici e fisioterapici e i luoghi di culto. Continueranno a rimanere chiusi i ristoranti e i bar con eccezione dei servizi di delivery e take away.

Non sarà possibile ospitare a casa più di due persone non conviventi (3 per i giorni di Natale e Capodanno) e si dovrà lavorare sempre da casa senza recarsi sul posto di lavoro, se non strettamente necessario. Fortemente raccomandato prendere i mezzi pubblici solo se necessario e fortemente sconsigliati i viaggi all’estero, almeno alla metà di marzo. Tutte le scuole verranno chiuse a partire dal 16 dicembre e la didattica in presenza sarà possibile solo per gli alunni i cui genitori svolgono professioni ritenute essenziali.

Rimane valido l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi aperti al pubblico. Dal 1° dicembre, anche i soggetti asintomatici ma considerati a rischio, per esempio dopo notifica della apposita app di tracciamento CoronaMelder, potranno essere testati, dopo essere stati in autoisolamento per 5 giorni.

VOLI PER IL SUDAFRICA

Stop ai voli KLM tra Amsterdam e il Sudafrica. Dopo essere stata tra le prime compagnie a riprendere i voli tra i due Paese, KLM ha deciso di sospendere la rotta già a partire da questa settimana.

La causa è da rilevare nelle modifiche alla regolamentazione per l'ingresso in Sudafrica, che non renderebbero più giustificabile il collegamento.

Dal 21 dicembre sarà però disponibile un nuovo collegamento da Londra grazie a Virgin Atlantic, con tre voli a settimana per Cape Town.

IRLANDA, LOCKDOWN ALLENTATO PER NATALE

Fino al 18 dicembre e dopo il 7 gennaio i movimenti da una contea all’altra dell'Irlanda sono consentiti solo per motivi essenziali. Tra il 18 dicembre e fino al 7 gennaio 2021 sarà consentito muoversi senza limitazioni su tutto il territorio irlandese.

SENEGAL: RIPARTONO I BLUE PANORAMA E NUOVO VOLO DIRETTO AIR SENEGAL

Grazie al successo delle misure restrittive adottate per contenere la pandemia, il Senegal si avvia a diventare un Paese Covid-free.

Blue Panorama ha colto la palla al balzo ed ha appena annunciato la ripresa dei collegamenti settimanali con il Paese. Per ora i voli i seguenti: da Bergamo il lunedì e il venerdì e uno da Roma ogni mercoledì.

Dal prossimo anno, invece, esattamente dal 17 febbraio, partirà il nuovo volo diretto da Milano Malpensa a Dakar operato da Air Senegal. Il collegamento avrà una frequenza trisettimanale e sarà effettuato nei giorni di mercoledì, sabato e domenica.

Il vettore userà il nuovo Airbus 321 ricevuto in questi giorni e impiegato per il suo primo volo intercontinentale proprio verso l'Italia, con 149 posti economy e 16 business flat bed. Grazie al nuovo volo sarà possibile collegare Milano, con scalo a Dakar, con altre destinazioni africane come Ziguinchor in Senegal, Abidjan in Costa d'Avorio, Bamako in Mali, Conakry in Guinea, Banjul in Gambia e Nouakchott in Mauritania.

QUARANTENA IN SVIZZERA DA TRE REGIONI ITALIANE

Dal 14 dicembre sono incluse nell’elenco delle regioni ad alto rischio per l'ingresso in Svizzera anche l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia ed il Veneto, con obbligo di quarantena di 10 giorni.

Nessuna limitazione per l'ingresso dalle altre regioni italiane.

Coronavirus e viaggi: possibile divieto di ingresso dei turisti inglesi in UE e tanto altro! - 2

Coronavirus e viaggi: possibile divieto di ingresso dei turisti inglesi in UE e tanto altro!

Coronavirus e viaggi: possibile divieto di ingresso dei turisti inglesi in UE e tanto altro!