Varie

Estate in Grecia, la situazione aggiornata: quarantena dal 15 giugno solo da 4 regioni italiane, cosa cambia da luglio

Autore , 6 giugno 2020 ore 17:50

Cari Pirati, in questa fase 2 siamo tutti un po' avidi di buone notizie sulle nostre agognate vacanze, su come e quanto potremo viaggiare a partire dalla prossima estate.

Noi di PiratinViaggio vi terremo naturalmente aggiornati su tutte le novità, perché naturalmente prima o poi #torneremoaviaggiare. Questa nuova rubrica si chiama Pirati, buone notizie: perché ogni notizia che ci riavvicina alla normalità e ci permette di tornare a viaggiare in sicurezza è una buona notizia!


Cari Pirati, oggi parliamo di Grecia, senz'altro una delle destinazioni più amate dai turisti italiani. Vi avevamo già raccontato della riaperture delle sue magnifiche spiagge, circa due settimane fa, seppur con diverse misure di sicurezza.

In questi ultimi giorni le notizie si sono susseguite, e sembra proprio che la Grecia, che grazie ad un lockdown molto rigido e soprattutto tempestivo è riuscita a limitare al massimo i danni del COVID-19 (con meno di 3.000 contagi e 175 decessi), punti adesso tutto a riaprire per la stagione turistica estiva. Ricordiamo infatti che il turismo vale per il paese ellenico ben il 20% del PIL.

Dopo l'apertura delle spiagge, dei siti archeologici, dei ristoranti e dei traghetti per le isole, tutte avvenute nella seconda metà di maggio, il 1° giugno hanno potuto riaprire i campeggi e gli hotel non stagionali.

Il 15 giugno sarà la volta degli hotel stagionali (quelli estivi per intenderci) e dei musei.

Ma le iniziative più attese dai turisti europei sono naturalmente quelle relativa all'apertura delle frontiere. Anche qui la data da segnare sul calendario è quella del 15 giugno: da questa data verranno ammessi senza quarantena i turisti da 29 Paesi: Albania, Australia, Austria, Nord Macedonia, Bulgaria, Germania, Danimarca, Svizzera, Estonia, Giappone, Israele, Cina, Croazia, Cipro, Lettonia, Libano, Lituania, Malta, Montenegro, Nuova Zelanda, Norvegia, Corea del Sud, Ungheria, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia.

L'assenza dell'Italia dalla lista (oltre che di Spagna, Francia e Regno Unito, per citare altri Paesi europei più duramente colpiti dall'emergenza Coronavirus) ha generato una serie di proteste, anche a livello diplomatico, che ha prodotto nell'arco di due giorni un parziale dietrofront: dopo aver specificato che la limitazione non è relativa alla nazionalità dei turisti ma solo alla provenienza dei voli, le Autorità greche hanno specificato che per quanto riguarda l'Italia la limitazione è relativa solo ai voli provenienti da quattro regioni italiane, ovvero Veneto, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte. La motivazione? Si tratta delle uniche 4 regioni italiane ancora presenti nella black list dell'EASA, la European Union Aviation Safety Agency.

Estate in Grecia, la situazione aggiornata: quarantena dal 15 giugno solo da 4 regioni italiane, cosa cambia da luglio - 10

Facciamo allora chiarezza e vediamo quali sono le regole nel mese di giugno e come cambieranno da luglio in poi.

Fino al 15 giugno: valgono le regole attuali, ovvero tampone all'arrivo in aeroporto e quarantena obbligatoria (una settimana in caso di tampone negativo, almeno due settimane in caso di tampone positivo). L'unico aeroporto raggiungibile dall'estero in questa fase è quello internazionale di Atene.

Dal 15 a 30 giugno: è permesso l'ingresso dei turisti provenienti dai paesi della lista (compresa l'Italia con l'esclusione di Veneto, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte, per i quali continuano a valere le vecchie regole) senza obbligo di tampone né quarantena. I controlli saranno però a campione, e nel caso si venisse selezionati sarà necessaria una notte in hotel designato per attendere l'esito del tampone. Gli unici aeroporti raggiungibile in questa fase saranno quelli di Atene e Salonicco.
Dal 15 giugno sarà possibile, sempre con test a campione, l'ingresso via terra da Albania, Macedonia del Nord e Bulgaria.

Dal 1° luglio verrà aggiornata la lista dei paesi (o delle regioni, nel caso dell'Italia) ancora in Black List, per cui se i dati epidemiologici lo permetteranno sono previste nuove aperture. Da questa data sarà possibile volare su altri aeroporti, come quelli delle isole.
Possibili da questa data anche gli arrivi via mare, ovvero la possibile ripresa anche dei traghetti tra Italia e Grecia.

Dal 15 luglio si prevede, se la situazione lo permetterà, verranno progressivamente allentate le misure restrittive ancora in atto.

Vi consigliamo anche, se volete maggiori informazioni, l'apposita pagina della nostra ambasciata di Atene, ricca di informazioni anche se aggiornata solo periodicamente.

Tra le misure di prevenzione e sicurezza previste in Grecia, la capacità massima di hotel è resort viene limitata per garantire il distanziamento, l'obbligo di un medico designato per ogni struttura ricettiva, in modo da coordinarsi con le autorità sanitarie, che hanno potenziato le strutture negli ospedali regionali e in quelli delle isole.

Estate in Grecia, la situazione aggiornata: quarantena dal 15 giugno solo da 4 regioni italiane, cosa cambia da luglio - 8

Estate in Grecia, la situazione aggiornata: quarantena dal 15 giugno solo da 4 regioni italiane, cosa cambia da luglio - 6

Estate in Grecia, la situazione aggiornata: quarantena dal 15 giugno solo da 4 regioni italiane, cosa cambia da luglio - 4

Estate in Grecia, la situazione aggiornata: quarantena dal 15 giugno solo da 4 regioni italiane, cosa cambia da luglio - 2

Estate in Grecia, la situazione aggiornata: quarantena dal 15 giugno solo da 4 regioni italiane, cosa cambia da luglio

Estate in Grecia, la situazione aggiornata: quarantena dal 15 giugno solo da 4 regioni italiane, cosa cambia da luglio