Varie

L'Egitto vieta i tour su cammelli, asini e cavalli vicino alle Piramidi e ai siti archeologici

Autore , 3 novembre 2020 ore 12:22

L'immagine è di quelle classiche, quasi un cliché: lo sfondo di una delle meraviglie del mondo, le Piramidi di Giza o la Sfinge, con davanti decine di turisti che fanno un tour in cammello. O in asino. Oppure in un carretto trainato da un cavallo.

Ecco, ora togliete gli animali e lasciate solo le Piramidi, e magari i turisti a piedi, o al massimo con delle piccole auto elettriche per chi ha problemi di mobilità. Molto meglio, no?

Comunque la pensiate, questo è lo scenario che, quando si riprenderà a viaggiare, i turisti si troveranno di fronte a Giza e in tutti i siti archeologici egiziani.

Con una storica decisione a seguito di una campagna di PETA Asia che denunciava i maltrattamenti subiti dagli animali, il Ministero del Turismo egiziano ha annunciato il suo piano per bandire i tour su cammelli, asini e cavalli in tutte le aeree archeologiche. Una decisione che segue le tante denunce di una pratica controversa che ha però un impatto importante sul turismo del Paese, ma che campagne di stampa e opinione (vedi questo articolo del New York Times o la stessa campagna di PETA che ha portato 500.000 richieste allo stesso Ministero del Turismo) hanno reso sempre meno popolare e invisa agli animalisti di tutto il mondo.

L'Egitto vieta i tour su cammelli, asini e cavalli vicino alle Piramidi e ai siti archeologici - 4

Per quanto riguarda l'aerea di Giza, l'ambizioso piano di restyling (Giza Vision 2030) il cui completamento è previsto per il 2030 prevede appunto una scelta decisamente più "green" nella gestione dei trasporti, grazie all'utilizzo di auto elettriche e a miglioramenti sul versante della sicurezza e della pulizia. Gli oltre 8 milioni di visitatori annui, a completamento del progetto che prevede anche un nuovo sistema di ingressi per abbattere le file, vedranno senz'altro una delle meraviglie del mondo sotto una luce nuova.

PETA spera ora di far valere la vittoria in questa campagna per portare avanti con più vigore simili iniziative in altri luoghi turistici: i prossimi dove PETA spera di far passare analoghe iniziative sono l'isola di Santorini e un'altra meraviglia del mondo, Petra.

Che ne pensate, Pirati?

L'Egitto vieta i tour su cammelli, asini e cavalli vicino alle Piramidi e ai siti archeologici - 2

L'Egitto vieta i tour su cammelli, asini e cavalli vicino alle Piramidi e ai siti archeologici

L'Egitto vieta i tour su cammelli, asini e cavalli vicino alle Piramidi e ai siti archeologici