Varie

Pirati, buone notizie! Dubai riapre al turismo internazionale dal 7 luglio!

Autore , 26 giugno 2020 ore 8:29

Cari Pirati, in questa fase 3 siamo tutti un po' avidi di buone notizie sulle nostre agognate vacanze, su come e quanto potremo viaggiare a partire dall'estate ormai imminente.

Noi di PiratinViaggio vi terremo naturalmente aggiornati su tutte le novità, perché prima o poi #torneremoaviaggiare! Questa nuova rubrica si chiama Pirati, buone notizie: perché ogni notizia che ci riavvicina alla normalità e ci permette di tornare a viaggiare in sicurezza è una buona notizia!


Oggi vi parliamo di una delle destinazioni turistiche più amate da noi italiani: Dubai!

Dopo mesi di stretto lockdown e di chiusura totale ai viaggiatori internazionali, gli Emirati hanno deciso una graduale riapertura al turismo dal 7 luglio prossimo.

La prudenza è però d'obbligo, per cui la situazione non è certo un ripristino di quella pre-COVID. Se la pandemia non ha particolarmente colpito gli Emirati Arabi, con meno di 50.000 casi positivi e poco più di 300 decessi, le autorità non vogliono correre rischi inutili.

Per questo le misure di sicurezza sono notevoli, come è stato annunciato da un comunicato ufficiale del governo di Dubai.

Nella prima fase, già in vigore, potranno fare ingresso negli Emirati gli stranieri in possesso di residenza. A partire dal 7 luglio l'ingresso sarà permesso anche ai turisti. Nel frattempo i voli diretti stanno gradualmente riprendendo, sia da Milano che a breve anche da Roma.

Pirati, buone notizie! Dubai riapre al turismo internazionale dal 7 luglio! - 6

Ecco di seguito le linee guida per i turisti.

I turisti internazionali che viaggiano in aereo devono assicurarsi di soddisfare tutti i requisiti per l'ingresso negli Emirati Arabi Uniti. Scaricare l'app COVID-19 DXB e registrarsi è di fondamentale importanza poiché facilita il coordinamento e la comunicazione con le autorità sanitarie in caso di sintomi COVID-19. Oltre a compilare il "Modulo di dichiarazione sanitaria" prima di imbarcarsi, devono assicurarsi di avere un'assicurazione sanitaria valida per poter entrare nel paese. La compagnia aerea ha il diritto di rifiutare l'imbarco all'aeroporto di partenza se presentano sintomi COVID-19.

I turisti devono effettuare un test PCR contro il COVID-19 entro quattro giorni (96 ore) prima della data di partenza. All'arrivo negli aeroporti di Dubai verrà richiesto di dimostrare che non sono stati infettati dal virus. Se non sono in grado di fornire prove, saranno sottoposti a un test PCR (ovvero il test sierologico) in aeroporto.

Tutti gli arrivi saranno soggetti a misurazione della temperatura. Se si sospetta che un viaggiatore abbia sintomi COVID-19, gli aeroporti di Dubai hanno il diritto di ripetere il test per assicurarsi che il turista sia libero dal virus. È obbligatorio per i turisti che risultano positivi al test COVID-19 registrare i propri dettagli sull'app DXB COVID-19 e isolarsi in una struttura istituzionale fornita dal governo per 14 giorni a proprie spese.

Pirati, buone notizie! Dubai riapre al turismo internazionale dal 7 luglio! - 4

Pirati, buone notizie! Dubai riapre al turismo internazionale dal 7 luglio! - 2

Pirati, buone notizie! Dubai riapre al turismo internazionale dal 7 luglio!

Pirati, buone notizie! Dubai riapre al turismo internazionale dal 7 luglio!