Varie

Pirati, buone notizie! L'Unione Europea riapre le frontiere interne e da luglio anche quelle esterne!

Autore , 11 giugno 2020 ore 13:11

Cari Pirati, in questa fase 2 siamo tutti un po' avidi di buone notizie sulle nostre agognate vacanze, su come e quanto potremo viaggiare a partire dalla prossima estate.

Noi di PiratinViaggio vi terremo naturalmente aggiornati su tutte le novità, perché naturalmente prima o poi #torneremoaviaggiare. Questa nuova rubrica si chiama Pirati, buone notizie: perché ogni notizia che ci riavvicina alla normalità e ci permette di tornare a viaggiare in sicurezza è una buona notizia!


Oggi vi parliamo di Europa, dei nostri confini interni e di quelli verso il resto del mondo.

Mentre la situazione delle frontiere interne della UE si va via via chiarendo con aperture progressive (a partire dall'Italia, che ha riaperto il 3 giugno, mentre qui vi abbiamo raccontato delle novità riguardo Spagna, Grecia e Croazia), sembra che ormai si vada verso una riapertura generalizzata a partire dal 16 giugno, con pochissime eccezioni che rimandano comunque solo di pochi giorni la libera circolazione nell'area Schengen e le eventuali residue misure di quarantena.

Persino i Paesi che avevano espresso più resistenze nei confronti con l'Italia, come la Slovenia e l'Austria, hanno ormai deciso di riaprire dal 16 giugno (pur mantenendo, nel caso specifico dell'Austria, un invito alla cautela nei confronti della Lombardia e tempi un po' più lunghi per Gran Bretagna, Svezia, Portogallo e Spagna). La Germania rispetterà l'impegno preso già da diverse settimane di riaprire agli altri paesi UE dal 16 giugno, la Spagna attenderà il 22 giugno per eliminare i controlli sulla circolazione aerea e per una prima apertura delle frontiere, ma in ogni caso chi non ha già riaperto o non riaprirà le frontiere dal 16 giugno ripristinerà in ogni caso la libertà di circolazione entro la fine del mese.

Diverso solo il caso della Gran Bretagna, che dall'8 giugno (e almeno fino al 29 giugno) ha imposto una quarantena per chiunque entri nel paese, già duramente contestata dalle compagnie aeree (che minacciano un'azione legale) e dall'intero settore turistico.

Pirati, buone notizie! L'Unione Europea riapre le frontiere interne e da luglio anche quelle esterne! - 6

Se la situazione delle frontiere interne era già sufficientemente chiara da qualche settimana, più nebulosa era la questione delle frontiere esterne dell'Unione Europea, per le quali l'accordo sembrava ancora lontano.

Mentre alcuni paesi hanno provato ad anticipare gli arrivi da fuori dall'Europa, come la Grecia che ha aperto, tra gli altri, anche ad Australia, Corea del Sud e Cina, in altri casi si predicava maggiore prudenza.

A mettere un po' d'ordine nella faccenda è intervenuto ieri l'Alto Rappresentante dell'Unione Europea per gli affari esteri, Josep Borrell. Il "ministro degli esteri europeo" ha infatti dichiarato ieri che, mentre il quadro delle riaperture delle frontiere interne si completerà entro la fine di giugno, a partire dal primo di luglio avverrà "una revoca graduale e parziale" delle frontiere esterne.

Cosa vuol dire? Che la Commissione Europea raccomanderà ai paesi membri di aprire le frontiere esterne a partire dal 1° luglio, con l'indicazione di seguire una serie di criteri, come situazione epidemiologica, condizioni del sistema sanitario e misure di prevenzione messe in atto.

La decisione finale su quando e con chi aprire i confini spetterà comunque ad ogni singolo Stato, ma almeno adesso abbiamo l'indicazione di un quadro comune a tutta l'Unione Europea.

Pirati, buone notizie! L'Unione Europea riapre le frontiere interne e da luglio anche quelle esterne! - 4

Pirati, buone notizie! L'Unione Europea riapre le frontiere interne e da luglio anche quelle esterne! - 2

Pirati, buone notizie! L'Unione Europea riapre le frontiere interne e da luglio anche quelle esterne!

Pirati, buone notizie! L'Unione Europea riapre le frontiere interne e da luglio anche quelle esterne!