Varie

Ryanair chiude tre basi e riduce i voli fino al 60% tra novembre e marzo!

Autore , 18 ottobre 2020 ore 8:31

Cari Pirati, il mondo dei viaggi e del turismo è fortemente colpito dall'emergenza Covid-19, come vi raccontiamo nel nostro speciale Coronavirus e viaggi sempre aggiornato e negli articoli che pubblichiamo ogni settimana (vedi l'ultimo pubblicato venerdì che raccoglie tantissimi aggiornamenti).

Naturalmente le compagnie aeree sono particolarmente colpite dalla situazione, soprattutto quelle che non hanno beneficiato di aiuti di Stato durante questo periodo difficile. Così Ryanair, che aveva già annunciato i primi tagli ai voli per l'autunno un paio di mesi fa, ha da poco deciso ulteriori tagli a partire da novembre e fino ad almeno il prossimo marzo.

Nel dettaglio, come dichiarato in un comunicato stampa di giovedì 15 ottobre, la compagnia irlandese chiuderà per l'inverno tre sue basi (Cork e Shannon in Irlanda, Tolosa in Francia) e ridurrà la sua capacità dal 60% già previsto al 40% rispetto al 2019. L'intenzione di Ryanair è quella di mantenere il più possibile le sue tratte attive (si stima che il 65% dei collegamenti rimarranno in funzione) ma con frequenze fortemente ridotte.

Più colpite saranno invece le tratte che riguardano Belgio, Germania, Spagna, Portogallo e Austria.

Ryanair chiude tre basi e riduce i voli fino al 60% tra novembre e marzo!

Il CEO del gruppo Ryanair Michael O’Leary ha dichiarato:

“Abbiamo continuato a riadattare la nostra capacità in settembre e ottobre, considerando sia le condizioni di mercato, sia le mutevoli restrizioni governative. [...] Sebbene la situazione Covid rimanga mutevole e difficile da prevedere, ora dobbiamo ridurre le nostre previsioni di traffico per l’intero anno a 38 milioni di passeggeri.

Siamo profondamente rammaricati per questi tagli all’operativo invernale, che sono stati imposti dalla cattiva gestione del trasporto aereo in Europa da parte di alcuni governi. Il nostro obiettivo continua ad essere quello di mantenere un operativo ampio per tenere in attività i nostri aerei, i nostri piloti e il nostro equipaggio riducendo al minimo le perdite di posti di lavoro. [...] Continuiamo a gestire attivamente i nostri costi base per essere preparati all’inevitabile ripresa dei viaggi aerei a corto raggio in Europa, una volta sviluppato un efficace vaccino contro il Covid-19".

Ryanair chiude tre basi e riduce i voli fino al 60% tra novembre e marzo!