Varie

Coronavirus e viaggi: tornano le autocertificazioni in Italia, lockdown in Europa e tanto altro

Autore , 25 ottobre 2020 ore 8:33

Cari Pirati, sono sempre più le notizie che riguardano il rapporto tra turismo, viaggi, trasporti e Coronavirus. Nuove limitazioni e nuove aperture, tagli di voli e ripristino di nuove tratte, una normativa italiana in continua evoluzione anche per gli interventi specifici delle singole regioni.

Per questo abbiamo ripreso ad aggiornare con frequenza almeno bi-settimanale la nostra pagina speciale Coronavirus e viaggi, dove trovate tutte le informazioni utili sui Paesi dove possiamo o non possiamo viaggiare, sulle novità dei trasporti e sulla questione rimborsi/voucher.

Per le novità più importanti pubblicheremo un articolo a parte, ma per non farvi perdere gli aggiornamenti settimanali pubblicheremo anche una raccolta delle novità più importanti direttamente sul blog.

Oggi giornata ricca di notizie: vi parliamo della del ritorno delle autocertificazioni in Italia, a seguito delle misure restrittive al movimento in alcune regioni come Lazio, Lombardia e soprattutto Campania, che vieta anche gli spostamenti tra province; dei nuovi lockdown in Europa, in particolare in Irlanda, la regione spagnola della Navarra e la Repubblica Ceca; del rosso record e della riduzione dei voli da parte di British Airways, Iberia e Vueling; della riapertura dei confini per turismo con nuove modalità di accesso da parte di Sudafrica, Cuba e l'isola di Nosy Be (in Madagascar); del nuovo sistema "Safe Air" di MSC Crociere; dello stop ai mercatini di Natale in Trentino - Alto Adige; delle nuove regole per l'ingresso per Bahamas; dell'inaugurazione del nuovo aeroporto di Berlino; nuove modalità per l'ingresso in Belgio; il ritorno di Delta Air Lines a Venezia Marco Polo.

Coronavirus e viaggi: tornano le autocertificazioni in Italia, lockdown in Europa e tanto altro - 4

ITALIA, TORNA L'AUTOCERTIFICAZIONE

Ce ne eravamo dimenticati, ma ecco che l'autocertificazione torna nelle nostre vite: per adesso è necessaria nel Lazio e in Lombardia per gli spostamenti negli orari interessati dal cosiddetto coprifuoco e in Campania per gli spostamenti tra province, come spiegato più avanti.

Il nuovo modello editabile di autocertificazione è stato appena pubblicato sul sito del Ministero degli Interni, e può essere compilato anche al momento del controllo.

CAMPANIA, RESTRIZIONE AI MOVIMENTI TRA PROVINCE

La Campania, che per prima era partita con le restrizioni anticipando i nuovi DPCM con le ordinanze n.78 del 14 ottobre e n.79 del 15 ottobre, ha confermato le misure di prevenzione (compresa la chiusura di negozi e locali pubblici dalle 23 alle 5) con l'ordinanza n. 81 e disposto anche un'ulteriore stretta, che per la prima volta torna a coinvolgere anche i movimenti delle persone all'interno della regione di residenza.

L'ordinanza n. 82 del 20 ottobre 2020, infatti, prevede a partire da venerdì 23 ottobre una limitazione agli spostamenti tra province della Campania. Ci si potrà spostare al di fuori della propria provincia di residenza o domicilio abituale solo per le seguenti esigenze: motivi di salute; comprovati motivi di lavoro; comprovati motivi di natura familiare; motivi scolastici e/o afferenti ad attività formative e/o socio-assistenziali; altri motivi di urgente necessità. Previsto quindi il ritorno all'autocertificazione, ed è in ogni caso consentito il rientro presso la propria residenza o domicilio abituale.

L’ordinanza non specifica però se i cittadini campani possano spostarsi al di fuori della regione, né se i cittadini di altre regioni che arrivino in Campania possano spostarsi liberamente tra le province. Disposte inoltre anche la creazione della zona rossa nel comune di Arzano e la conferma della chiusura delle scuole fino ad almeno il 30 ottobre.

Non è previsto per il momento l'annunciato coprifuoco nella regione.

LOMBARDIA, PARTE IL COPRIFUOCO

Due nuove ordinanze della Regione Lombardia (le trovate entrambe qui) aumentano le restrizioni su tutto il territorio lombardo: in particolare a partire dal 22 ottobre dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo, sono consentiti soltanto gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, situazioni di necessità, situazioni di urgenza o motivi di salute. Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autocertificazione. È consentito in ogni caso fare rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

Il cosiddetto coprifuoco sarà in vigore fino al 13 novembre, salvo proroghe o provvedimenti ancora più restrittivi di un nuovo DPCM.

La seconda ordinanza, la numero 623, prevede invece la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana, l'aggiornamento sulle misure che riguardano le attività di somministrazione di cibo e bevande, la didattica a distanza per le scuole secondarie e l'Università a partire dal 26 ottobre e altre misure (guardate nel dettaglio qui).

PIEMONTE

Due nuove ordinanze anche in Piemonte, che prevedono la didattica a distanza nelle scuole superiori (almeno il 50% nelle classi dalla seconda alla quinta) e la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana.

COPRIFUOCO NEL LAZIO

L'ordinanza della Regione Lazio prevede invece, a partire da venerdì 23 ottobre, il coprifuoco dalle 24 alle 5 della mattina. In questa fascia oraria In questa fascia oraria, sarà possibile spostarsi solo per "comprovate esigenze" oltre che per motivi di salute, di necessità e di urgenza. Gli spostamenti dovranno essere motivati attraverso un’autocertificazione, disponibile anche come allegato all’ordinanza all’ultima pagina del documento.

A partire da lunedì 26 ottobre verrà inoltre potenziata la didattica a distanza in scuole secondarie e Università, nella misura di almeno il 50% degli studenti per le scuole (esclusa la prima classe) e il 75% per le Università.

IRLANDA, NUOVO LOCKDOWN

L'Irlanda è il primo Paese in Europa a ripristinare un lockdown quasi totale.

Tutta l'Irlanda passerà infatti al livello 5 del Piano COVID-19 a partire dal 22 ottobre, per un periodo di sei settimane. Ciò comporta la chiusura di attività e servizi commerciali ad eccezione di quelli essenziali, incisive limitazioni delle attività sociali, culturali e ricreative e l’invito a rimanere presso la propria abitazione, con il divieto degli spostamenti oltre i 5 km dalla propria abitazione, ad esclusione di quelli per motivi di lavoro, istruzione e altri motivi essenziali. Unica eccezione le scuole, che rimarranno aperte. L’elenco completo delle restrizioni è disponibile alla seguente pagina: https://www.gov.ie/en/publication/2dc71-level-5/

Tutti i viaggiatori in arrivo in Irlanda sono obbligati a mettersi in auto-isolamento per 14 giorni in luogo chiuso, evitando i contatti con altre persone. All’ingresso in Irlanda, è prevista la compilazione di un modulo che il servizio sanitario HSE potrà utilizzare per eventuali controlli.

SPAGNA, LOCKDOWN IN NAVARRA

Annunciato il lockdown nella regione della Navarra a partire da oggi e per almeno due settimane, con restrizioni ai movimenti e chiusura di ristoranti, bar e caffè.

L'applicazione di misure restrittive come il coprifuoco a Madrid è in corso di discussione.

REPUBBLICA CECA

Annunciato il un lockdown parziale su tutto il territorio, con la chiusura delle attività commerciali alle 18, escluse quelle che vendono beni di prima necessità, e limitazioni al movimento. Le misure resteranno in vigore almeno fino al 3 novembre.

SUDAFRICA RIAPRE I CONFINI

I confini del Paese sono riaperti a partire dal 1° ottobre 2020 a tutti i viaggiatori internazionali. Sono possibili restrizioni per coloro che provengono da un Paese considerato ad alto rischio, il cui elenco è disponibile qui. A seguito dell’ultima revisione, l’Italia è stata inserita nell’elenco dei Paesi considerati ad alto rischio. Per i cittadini italiani, è stata comunque reintrodotta dalle autorità sudafricane l’esenzione dall’obbligo di visto per breve soggiorno.

BRITISH AIRWAYS, IBERIA E VUELING, ROSSO RECORD E RIDUZIONE DEI VOLI

Il gruppo IAG, che controlla British Airways, Iberia, Vueling e Aer Lingus, ha comunicato i dati del terzo trimestre 2020, annunciando una perdita operativa di 1,3 miliardi di sterline e un fatturato in calo dell'83%.

Per questo, e considerato il tasso di riempimento degli aeromobili sceso sotto il 50%, la programmazione dei voli fino alla fine dell'anno sarà fortemente ridotta, raggiugendo non più del 30% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

MADAGASCAR RIAPRE NOSY BE

Il Governo del Madagascar ha annunciato una parziale riapertura di alcuni collegamenti internazionali per turismo che riguardano l'isola di Nosy Be, da dove non sarà però poi possibile proseguire verso il resto del paese.

A chiunque dovesse viaggiare verso il Madagascar è richiesto un tampone negativo al nuovo coronavirus (effettuato non oltre 72 ore prima del viaggio), e verrà richiesto di sottoporsi a nuovo tampone all'arrivo con obbligo di attesa dei risultati (normalmente 48 ore) nella struttura di residenza e acquisto di una scheda SIM locale per garantire la rintracciabilità.

A seguito della rimozione dello stato di urgenza sanitaria, tutte le attività commerciali sono adesso aperte ed eventi pubblici e sportivi saranno consentiti, pur nel limite massimo di 200 persone e nel rispetto di stringenti misure sanitarie. Rimangono in vigore misure di contenimento della pandemia quali l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici.

MSC, NUOVO SISTEMA "SAFE AIR"

Debutterà a bordo della nuova ammiraglia Seashore, che entrerà in servizio il prossimo luglio, il sistema "Safe Air" con il quale Msc Crociere aumenterà ulteriormente le misure di sicurezza a bordo.

Si tratta di sistema che fa uso lampade UV-C, ovvero i raggi ultravioletti di tipo C, applicate in abbinamento al sistema di condizionamento, in modo da impedire la circolazione di virus, batteri e muffe.

CUBA RIAPRE AL TURISMO

Dal 16 ottobre è stata ripristinata l’apertura dello spazio aereo nazionale ai voli commerciali di linea. Le Autorità hanno tuttavia disposto una proroga della chiusura dell’aeroporto internazionale Jose Martì de L’Avana, mentre sono stati riaperti gli aeroporti internazionali delle altre principali città del Paese, incluso quello del polo turistico di Varadero.
La nuova regolamentazione delle frontiere per l'ingresso a Cuba prevede, in base alla disponibilità di voli commerciali, la possibilità di entrata agli stranieri sia residenti sia temporanei, inclusi i turisti, con obbligo di osservare la quarantena di 14 giorni presso il proprio domicilio o, nel caso di arrivi per turismo, presso la struttura alberghiera di destinazione. Per il momento, non verrà ripristinata l’operatività di alloggi privati e case in affitto nel Paese.

Per quanto riguarda i turisti, non saranno ancora loro accessibili le province de L’Avana, Sancti Spiritus e Ciego de Avila, a causa dell’evoluzione virale nelle predette località.

TRENTINO - ALTO ADIGE, STOP AI MERCATINI DI NATALE

Anche se non esplicitamente vietati dall'ultimo DPCM, i classici mercatini di Natale saranno comunque bloccati dalle amministrazioni locali. A iniziare è stata Trento, seguita Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno. Il motivo è ovviamente da ricercare negli inevitabili assembramenti che accompagnano queste tipologie di manifestazioni. La priorità, hanno sottolineato le amministrazioni, è quella di mantenere in funzione scuola e attività produttive, rinunciando a ciò che non è essenziale.

BAHAMAS, NUOVE REGOLE PER L'INGRESSO

Dal 9 ottobre è stato disposto il ‘lockdown’ totale durante il periodo di fine settimana, ma al momento restano aperti fino a nuove disposizioni i porti e aeroporti.

Le nuove misure per l'ingresso prevedono per i turisti, a partire dal 15 ottobre, la cosiddetta "vacation in place", cioè una quarantena nel luogo di villeggiatura (hotel, resort, ecc.), mentre dal 1° novembre in poi i viaggiatori (se provenienti da Miami) saranno soggetti a test molecolare rapido all'imbarco, seguito da un secondo test antigene rapido all’arrivo ed a un terzo esame a 96 ore dall'arrivo. Tutti i viaggiatori internazionali sono tenuti a fare domanda d'ammissione nel Paese sul portale https://travel.gov.bs/international.

I viaggiatori sono tenuti a caricare un test PCR COVID 19 negativo sul menzionato portale non anteriore ai 5 giorni. Il mancato caricamento di un test PCR COVID 19 negativo comporta il rigetto automatico della richiesta. Attualmente, le Bahamas non accettano Antigene Rapido o Anticorpo (IgG/IgM).

BERLINO, EASYJET E LUFTHANSA INAUGURANO IL NUOVO AEROPORTO

Il nuovo aeroporto di Berlino Brandeburgo sarà finalmente inaugurato il prossimo 31 ottobre, dopo 8 anni di attese, polemiche e ritardi rispetto alla data originaria, che era prevista nel 2012.

I primi due aerei ad atterrare saranno di easyJet e di Lufthansa: nella prima giornata sono previsti solo atterraggi, mentre dal 1° novembre inizieranno anche le prime partenze. Nel giro di una settimana si prevede di arrivare a circa 24mila passeggeri al giorno.

Il nuovo scalo incorporerà al suo interno anche Schonefeld, che diventerà il Terminal 5 di Berlino Brandeburgo.

BELGIO

A partire dal 23 ottobre e fino al 7 novembre, i viaggiatori in arrivo in Belgio che abbiano soggiornato nei Paesi extra-UE/Schengen e nelle zone indicate dal Belgio come “rosse” all’interno dell’Europa, saranno tenuti ad effettuare un test solo in caso di sintomi; potrà al contrario essere obbligatorio osservare un periodo di 10 giorni di quarantena se dal test di auto-valutazione incluso nel formulario on line che è obbligatorio compilare emerge la tenuta di un comportamento ad alto rischio.

Per quanto riguarda l’Italia, sono state inserite nella lista delle zone “rosse” tutte le regioni tranne le Marche, il Molise, la Puglia, la Basilicata, la Calabria e la Sicilia; inserite nella lista delle zone “arancioni”, con riferimento alle quali è consigliata una prudenza rafforzata ed in provenienza dalle quali l'effettuazione di una quarantena non è obbligatoria.

DELTA TORNA A VENEZIA

La compagnia Delta Air Lines ha deciso di tornare ad offrire un collegamento diretto tra Venezia Marco Polo e New York a partire dalla prossima primavera, più precisamente dal 1° maggio 2021.

I voli avranno frequenza giornaliera e saranno operati con velivoli B767-300ER.

Coronavirus e viaggi: tornano le autocertificazioni in Italia, lockdown in Europa e tanto altro - 2

Coronavirus e viaggi: tornano le autocertificazioni in Italia, lockdown in Europa e tanto altro

Coronavirus e viaggi: tornano le autocertificazioni in Italia, lockdown in Europa e tanto altro