PiratinViaggio
Profile

Ci teniamo alla vostra privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, proporre contenuti personalizzati e analizzare il nostro traffico. Facendo clic su "Accetta tutto", l'utente accetta questo e acconsente alla condivisione di queste informazioni con terze parti e al trattamento dei suoi dati negli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, leggere la nostra .

È possibile modificare le proprie preferenze in qualsiasi momento. In caso di rifiuto, utilizzeremo solo i cookie essenziali e, purtroppo, non riceverete alcun contenuto personalizzato. Per negare il consenso, .

Impressions and Other Assets/CS-4036_Luana_Ventura_Foto_for_PR_communication_v1_1_hoxcp2

A bordo con: Luana

Con questa serie di interviste vogliamo condividere con voi le esperienze di viaggi e di vita di chi lavora con noi. Oggi ascoltiamo cosa ha da raccontarci Luana, Senior Key Account Manager per l'Italia.

Pubblicato da
Mara Zatti·19/9/2023
Condividi

Raccontaci un po’ di te!

Sono Luana, italiana di nascita e tedesca di adozione, infatti vivo a Berlino da 20 anni. Ebbene si! Dopo la laurea in lingue in Italia e uno stage in Scozia ho deciso di trasferirmi a Berlino, dove ho avuto la possibilità di frequentare un Master in Management del Turismo e unire le mie due passioni, il turismo e questa splendida città.

In questi anni ho visto questa città cambiare tanto e sono cambiata tanto anch’io. Così ho vissuto gli anni alternativi della Wende (il periodo dopo la caduta del muro, n.d.r.), la vita universitaria e quella lavorativa e ora quella di “mamma in carriera”. Il tutto tra un viaggio e l’altro. E anche i miei viaggi sono cambiati tanto!

Come sei diventata un membro di PiratinViaggio?

Da due anni rappresento PiratinViaggio come Senior key account manager. Ho sempre lavorato nel settore turistico, seguivo quindi il blog come user per avere consigli ed essere aggiornata sulle offerte. Appena ho visto una posizione aperta ho capito che era lì per me!

Sicuramente il team di colleghi con i quali lavoro, che sono tanto vari e interessanti come le offerte che propongono. Apprezzo anche moltissimo il rapporto diretto e aperto che ho con i partner che rappresentiamo.

Qual è stata la migliore offerta che hai visto e acquistato nel tuo periodo da PiratinViaggio?

Visto il periodo di limitazioni ai viaggi ho riscoperto le mete vicine. Ho approfittato del saggio consiglio degli editor per visitare delle splendide località tedesche. Per esempio ho prenotato sul blog un fine settimana ad ottobre all’Hilton**** di Amburgo con colazione e accesso alla spa per 89€ a persona per due notti. Ho trascorso uno splendido weekend con una mia cara collega e amica Mara Zatti, un soggiorno di lusso che altrimenti, in questa forma, non mi sarei concessa.

Come è cambiato il tuo modo di viaggiare negli anni?

Prima di diventare mamma mi piaceva andare in giro per la giungla della Cambogia e dormire nelle capanne dei pescatori in Brasile, trascorrere il Natale ballando alla Parranda di Remedios e il Capodanno facendo snorkeling nella barriera corallina. Ora, se viaggio con i bambini, scelgo anche mete semplici da raggiungere, strutture adatte a loro, attività sicure.

Per esempio siamo stati in Croazia e abbiamo visitato dei bellissimi parchi naturali e soggiornato in splendidi resort con kidsclub, cosa che prima non avrei mai fatto. È stata la scelta adatta perché ha permesso ai bambini di divertirsi insieme ad altri bambini e a noi adulti di rilassarci e goderci la spa. Perché se ho capito una cosa del viaggiare con i figli è questa: per loro il mar Rosso o la baia di Copanello fa lo stesso, l’importante è stare insieme!

La tua ditta offre di fare smart working da dove si preferisce: da dove hai intenzione di farlo?

Beh, sicuramente da Berlino. Avendo un figlio che va a scuola e uno all’asilo, devo stare qui. Ma la possibilità di lavorare da casa mi ha reso più facile l’organizzazione della vita quotidiana, ora che le scuole e gli asili sono chiusi a causa della pandemia. Ma oltre a darci la possibilità di lavorare da casa, il gruppo HolidayPirates ha fornito a tutti l'attrezzatura di cui potessero aver bisogno, dalla scrivania alla sedia ergonomica. Il portatile faceva già parte della dotazione standard. E per venire incontro anche a noi genitori, mi ha anche fornito un mac per mio figlio, così che lui possa fare homeschooling, mentre io lavoro.

Ma ovviamente ho intenzione di sfruttare questa libertà anche in altro modo! La scorsa estate ho potuto lavorare un mese dalla casa dei miei genitori in Calabria e spero di poterlo fare anche quest’anno.