PiratinViaggio
Profile

Ci teniamo alla vostra privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, proporre contenuti personalizzati e analizzare il nostro traffico. Facendo clic su "Accetta tutto", l'utente accetta questo e acconsente alla condivisione di queste informazioni con terze parti e al trattamento dei suoi dati negli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, leggere la nostra .

È possibile modificare le proprie preferenze in qualsiasi momento. In caso di rifiuto, utilizzeremo solo i cookie essenziali e, purtroppo, non riceverete alcun contenuto personalizzato. Per negare il consenso, .

  • Home
  • Notizie
  • Caos passaporti, necessari mesi per rinnovarli
passport, passport stamps, Canva

Caos passaporti: fino ad 8 mesi per il rinnovo!

Pirati, avete in programma un viaggio fuori dall'Unione Europea nei prossimi mesi, magari semplicemente a Londra? Controllate allora la data di scadenza del vostro passaporto, perché le procedure per il rinnovo (e naturalmente a maggior ragione per le prime richieste) sono diventate molto lunghe, tanto arrivare a rovinare le vacanze di molte persone.

Pensate che nelle grandi città i tempi di attesa al momento vanno dai 4 agli 8 mesi! Per questo anche le agenzie di viaggio hanno lanciato un grido d'allarme al governo, perché molti loro clienti che hanno dovuto rinunciare ad una vacanza già prenotata a causa del mancato rinnovo del passaporto.

Cerchiamo di capirne qualcosa di più insieme qui di seguito.

Pubblicato da
Tribordo·7/2/2023
Condividi

Caos passaporti: fate la domanda per tempo!

Non si tratta di una notizia nuova, perché sono già diversi mesi che ci troviamo di fronte ad un vero e proprio "ingolfamento" delle pratiche, anche a causa dell'elevato numero di richieste arrivate tutte insieme, dopo che i primi anni della pandemia hanno reso impossibili o sconsigliabili i viaggi fuori dal nostro continente.

l problema dei tempi per il rinnovo (o le prime richieste) dei passaporti si è infatti sentito soprattutto nella seconda metà del 2022, ovvero quando tanti italiani hanno deciso che era il momento di tornare a viaggiare non solo fuori dai confini nazionali, ma anche oltre quelli europei.

E non sembra essersi risolto: a gennaio la questione è arrivata fino in Parlamento, con un'interrogazione al ministro degli Interni. Se la media in questo periodo è di un'attesa per il solo appuntamento è di circa 5 settimane, nelle grandi città i tempi per il rilascio del documento vanno dai 4 agli 8 mesi: tempi decisamente eccessivi che possono rovinare i piani anche di vacanze già prenotate. Anche perché non tutti sono al corrente della situazione, e magari sono tranquilli nel fare affidamento ai tempi previsti dalla legge, che prevedono il rilascio entro 15 giorni dalla richiesta.

La soluzione al problema non sembra così vicina, almeno a giudicare dalla risposta all'interrogazione alla Camera dei deputati del ministro Piantedosi. Il ministro ha spiegato che "la congestione si è creata con la ripresa dei flussi turistici, che si è combinata con l’uscita della Gran Bretagna dalla Ue e la conseguente necessità di avere il passaporto per entrare nel Regno Unito. In più, le lentezze che molte amministrazioni comunali stanno incontrando nel rilascio delle nuove carte d’identità sta spingendo parecchi italiani a richiedere il passaporto come documento di identità”. Tutto questo ha portato ad un vero e proprio boom di richieste nel 2022, quando sono stati rilasciati quasi 2 milioni di passaporti, mettendo sotto pressione le questure.

In alcuni casi si è scelta la strada di procedere al rinnovo o alla nuova richiesta solo su appuntamento, ma come detto sopra la media è diventata già di circa 5 settimane, solo per consegnare la documentazione.

Per febbraio il ministro ha promesso postazioni in grado di operare più rapidamente e un aumento del personale dedicato. Alcune questure si sono organizzate con orari prolungati e veri e propri "open day" dedicati.

Assoviaggi Confesercenti ha effettuato un sondaggio nella agenzie di viaggi e ha svelato numeri preoccupanti: 80.000 viaggi organizzati saltati per questo motivo, con un danno economico per le agenzie e disagi per i viaggiatori.

Il caos passaporti ha infatti portato a disdette e mancate prenotazioni o rinvii a data da destinarsi da parte dei viaggiatori: il 39,7% delle imprese riporta di aver visto sfumare fino a 10 viaggi individuali o di gruppo, il 46,1% tra 10 e 30; ma c’è anche un 10,6%, che segnala di averne persi oltre 30.

Cosa ne pensate, Pirati?

Intanto, un consiglio: date un'occhiata alla data di scadenza del vostro passaporto, ricordandovi che in molti paesi non si può entrare se la scadenza residua è inferiore ai 6 mesi. E se avete in programma viaggi nel Regno Unito o fuori dall'Unione Europea, fate subito richiesta del vostro documento di viaggio!

Se siete bloccati da una lunga attesa, la prossima settimana vi proporremo un articolo con le principali destinazioni non europee che è possibile visitare anche senza il passaporto.