Kreuzfahrtschiff

Crociere, protocolli più permissivi per salire a bordo!

Cari Pirati, negli ultimi mesi tantissimi di voi sono tornati a prenotare crociere nel Mediterraneo e non solo, dopo gli anni bui della pandemia.

Finora i protocolli sanitari per poter salire a bordo di una nave da crociera, pur se via via semplificati, sono rimasti abbastanza rigidi sui requisiti. Ora arriva un allentamento delle regole che riguarda la maggior parte delle compagnie di navigazione, sia sull'obbligo di vaccinazione Covid-19 sia sulla necessità del test pre-imbarco.

Vediamo insieme le novità!

Pubblicato da
Tribordo·22/9/2022
Condividi

Crociere, il protocollo diventa più permissivo

Ecco una panoramica delle principali compagnie.

Costa Crociere

Per Costa Crociere le novità sono diverse: per Mediterraneo, Caraibi ed Emirati Arabi i vaccinati non saranno più soggetti all'obbligo di test pre-imbarco. Inoltre, ma solo per Mediterraneo e Caraibi, potranno salire a bordo anche ospiti non vaccinati, con test antigenico pre-imbarco negativo eseguito entro i due giorni dalla partenza.

Unica eccezione nel Mediterraneo sono gli itinerari con scalo in Grecia, che saranno disponibili solo per ospiti completamente vaccinati o parzialmente vaccinati e guariti, ma sempre con l'obbligo di presentare un test antigenico con esito negativo entro 48 ore dall'imbarco.

Per quanto riguarda il Marocco, a chi non è provvisto di vaccinazione verrà richiesto un test PCR da effettuare 48 ore prima dell'ingresso nel paese. Infine, relativamente ai Caraibi, la discesa a terra degli ospiti non vaccinati a Barbados, St. Vincent e St. Marteen sarà consentita solo con test antigenico negativo eseguito 24 o 48 ore prima dell'arrivo della nave".

Norwegian Cruise Line

Norwegian Cruise Line già dallo scorso 3 settembre consente a tutti i viaggiatori, anche non vaccinati, di imbarcarsi sulle sue navi e su quelle a marchio Oceania Cruises e Regent Seven Seas. I viaggiatori vaccinati non devono più effettuare il test pre-partenza, i non vaccinati devono presentare un test PCR o antigenico negativo eseguito non più di 72 ore prima dell'imbarco.

Solo per la Grecia, il test pre-crociera è richiesto a tutti i passeggeri con età superiore ai 12 anni.

Royal Caribbean

Royal Caribbean ha allentato le restrizioni dal 5 settembre, permettendo l'imbarco ora a tutti i passeggeri (anche non vaccinati), con alcune differenze a seconda dello stato di vaccinazione e dei Paesi. Gli ospiti non vaccinati possono navigare con risultati negativi da qualsiasi test disponibile in commercio, inclusi gli autotest. Agli ospiti vaccinati che navigano su crociere di nove notti o meno non è richiesto alcuna prova di negatività, fatta eccezione per le crociere che toccano la Grecia. Resta invece l'obbligo dell'esame pre-imbarco per le partenze di oltre 10 notti per tutti i passeggeri.

MSC Crociere

MSC Crociere per ora mantiene invece sia l'obbligo del vaccino che quello del test pre-imbarco. Dai 2 anni in su gli ospiti possono salire a bordo solo con il risultato negativo di un tampone effettuato nelle 48 prima dell'arrivo al terminal, mentre i passeggeri con più di 18 anni devono essere completamente vaccinati con almeno due dosi, una nel caso di J&J, oppure avere una dose di vaccino e un certificato di guarigione dal Covid-19. È sufficiente il certificato di guarigione anche senza vaccino solo se la data di guarigione è non più vecchia di 6 mesi.

Per i Caraibi, per i cittadini non residenti negli Stati Uniti resta l'obbligo di vaccinazione per gli over 12 e l'obbligo di test pre-partenza per i passeggeri con più di 2 anni. Per gli itinerari in quest'aerea, gli ospiti guariti da Covid-19 non sono considerati completamente vaccinati e un test antigenico fai da te non è accettato per l'imbarco.