PiratinViaggio
Profile

Ci teniamo alla vostra privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, proporre contenuti personalizzati e analizzare il nostro traffico. Facendo clic su "Accetta tutto", l'utente accetta questo e acconsente alla condivisione di queste informazioni con terze parti e al trattamento dei suoi dati negli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, leggere la nostra .

È possibile modificare le proprie preferenze in qualsiasi momento. In caso di rifiuto, utilizzeremo solo i cookie essenziali e, purtroppo, non riceverete alcun contenuto personalizzato. Per negare il consenso, .

Croatia, Dalmatia, galesnjak

Due importanti novità per le tue vacanze in Croazia nel 2023

La Croazia è stata già nel 2022 una delle destinazioni più amate da tutti voi Pirati, con una grande crescita di interesse e prenotazioni rispetto anche agli anni pre-pandemia.

E il 2023 promette di andare ancora meglio, grazie a due importanti novità che arriveranno e che semplificheranno parecchio le nostre future vacanze nel paese al di là dell'Adriatico!

Scopriamo insieme cosa succede qui di seguito.

Pubblicato da
Tobi·30/12/2022
Condividi

1. Niente più cambio di valuta: arriva l'euro!

La Croazia entrerà nell'area dell'euro il 1° gennaio 2023. Quindi non sarà più necessario cambiare denaro all'andata e al ritorno, ma sarà sufficiente pagare con la nostra stessa valuta.

Se avete ancora contanti croati dopo la vostra ultima vacanza in Croazia, potete cambiarli al tasso di 7,5345 kune = 1 euro presso gli uffici di cambio. Presso la Banca Nazionale Croata ciò dovrebbe essere possibile per un periodo di tempo illimitato, mentre per le monete sarà possibile solo fino al 2026.

Per il timore che gli albergatori e altri fornitori di servizi sfruttino la novità per aumentare le tariffe, tutti i prezzi dovranno essere indicati in entrambe le valute fino alla fine del 2023 e gli aumenti ingiustificati saranno pubblicati in un'apposita "lista nera".

2. Nessuna coda alla frontiera o arrivando in aereo

Con il nuovo anno anche la Croazia entrerà nell'area Schengen, come ha già fatto la maggior parte dei Paesi dell'UE (più Norvegia, Liechtenstein, Svizzera e Islanda, ma non Irlanda, Cipro, Bulgaria e Romania). Ciò significa che dal 1° gennaio 2023 "controlli sistematici delle persone alle frontiere" saranno aboliti, vale a dire che, arrivando con la propria auto, non dovrete più sorbirvi lunghe code al confine con la Slovenia o all'arrivo del traghetto per il controllo dei passaporti.

Per quanto riguarda gli aeroporti bisognerà aspettare un po' più a lungo per notare i benefici, perché per motivi tecnici il cambiamento solo in questo caso sarà effettivo solo a partire dal 26 marzo 2023, comunque pienamente in tempo per le vacanze primaverili o estive.

Che ne pensate, Pirati?

Le novità vi fanno venire ancora più voglia di visitare la Croazia nel 2023?

In caso affermativo, aspettatevi già dalla prossima settimana tante offerte per la primavere e l'estate!