PiratinViaggio
Profile

Ci teniamo alla vostra privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, proporre contenuti personalizzati e analizzare il nostro traffico. Facendo clic su "Accetta tutto", l'utente accetta questo e acconsente alla condivisione di queste informazioni con terze parti e al trattamento dei suoi dati negli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, leggere la nostra .

È possibile modificare le proprie preferenze in qualsiasi momento. In caso di rifiuto, utilizzeremo solo i cookie essenziali e, purtroppo, non riceverete alcun contenuto personalizzato. Per negare il consenso, .

Adria, Azure, Beach

Lignano, la località balneare vieta la nudità🚫

La popolare località balneare di Lignano, sulla litoranea adriatica, intende adottare misure più severe contro i turisti che indossano abiti succinti, poiché le lamentele dei residenti locali sono in aumento. Pertanto, il costume da bagno ed il torso nudo saranno vietati in luoghi pubblici come ristoranti.


Pubblicato da
Blackbeard·23/05/2024
Condividi

Negli ultimi anni, molti Paesi, per rispetto verso i residenti locali e per l'immagine della città, hanno adottato misure più severe contro i turisti che indossano abiti succinti. Ad esempio, chi a Maiorca viene sorpreso in costume da bagno o a torso nudo per strada rischia multe salate. Questa misura è stata sempre più adottata da alcune città in Croazia, Spagna e Italia. In Italia, sono già interessate le località balneari di Sorrento, Rapallo, Caorle, Margherita di Savoia, Milano Marittima, Chioggia e altre.

Ora anche nella popolare località balneare di Lignano, nella regione Friuli-Venezia Giulia, è arrivato il momento di adottare queste misure. Finora era “lasciato al buon senso” vestirsi adeguatamente fuori dalla spiaggia, ma questo sembra non essere più sufficiente, quindi il comune vuole adottare misure più severe e vietare i torsi nudi e il costume da bagno nei luoghi pubblici come strade, ristoranti e il centro città. La normativa non sarà probabilmente applicata al porto, alla laguna e al lungomare, né ai giovani e ai bambini fino a 12 anni.

La multa iniziale ammonta a 25€. Tuttavia, in caso di recivida, la sanzione può arrivare fino a 500 €, rendendo la vacanza più costosa di quanto previsto. Inoltre, chi sgarra sarà ovviamente invitat* a indossare abiti appropriati. Quindi, ricordate di mettere in valigia abiti adeguati per il tragitto dalla vostra sistemazione alla spiaggia o dalla spiaggia al ristorante, in modo da non dover pagare multe durante la vostra vacanza!

Segnala un problema legale