PiratinViaggio
Profile

Ci teniamo alla vostra privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, proporre contenuti personalizzati e analizzare il nostro traffico. Facendo clic su "Accetta tutto", l'utente accetta questo e acconsente alla condivisione di queste informazioni con terze parti e al trattamento dei suoi dati negli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, leggere la nostra .

È possibile modificare le proprie preferenze in qualsiasi momento. In caso di rifiuto, utilizzeremo solo i cookie essenziali e, purtroppo, non riceverete alcun contenuto personalizzato. Per negare il consenso, .

  • Home
  • Notizie
  • Roaming dati in Europa, dal 1° gennaio aumentano i Gb
Influencer, Instagram, likes

Roaming gratuito in Europa, ancora più giga!

Pirati, viaggiare in Europa diventa sempre più facile grazie alla possibilità di navigare su internet anche all'estero, con sempre più Gigabyte a disposizione!

Roaming Like Home, il roaming gratuito all'interno dei paesi UE, introdotto per la prima volta nel 2017, è una delle misure comunitarie più apprezzate dai cittadini (il 96% degli europei, secondo un grande sondaggio tenuto nel 2020, si è detto sicuro o molto sicuro di poterne beneficiare) e qualche mese fa è stato prorogato di altri 10 anni, fino al 2032, con sempre più vantaggi per il consumatore.

Dal 1° gennaio 2023 sono infatti aumentati i gigabyte a disposizione e sono arrivate anche altre novità. Vediamo tutto nel dettaglio qui di seguito.

Pubblicato da
Tribordo·6/1/2023
Condividi

Più Gigabyte e più servizi per il roaming gratuito in Europa

La tendenza all'aumento dei Gigabyte è legato fin dall'inizio all'iniziativa comunitaria, perché aumenta progressivamente la libertà di navigazione dei consumatori a scapito di minori profitti delle compagnie telefoniche su un servizio in passato davvero molto costoso. Il prezzo massimo all'ingrosso dei Giga è passato infatti da 4,5 euro a Gigabyte agli attuali 1,8 (in discesa dai 2 euro del 2022, dopo l'ulteriore riduzione arrivata il 1° luglio) e arriverà a regime (nel 2027) fino ad 1 euro per Gb.

Cosa significa questo per noi consumatori?

Al netto di (rare) offerte degli operatori mobili, calcolare i Gigabyte a nostra disposizione per viaggiare in Europa nel 2023 è (relativamente) semplice, utilizzando questa formula:

2 x prezzo del pacchetto senza iva / 1,80 euro

Facciamo un esempio: se per la nostra offerta mobile voce + internet paghiamo 10€ al mese, scorporiamo prima di tutto l'IVA (ovvero dividiamo per 1,22), poi moltiplichiamo per 2 e dividiamo per 1,80.

Il risultato è 9,2 Gigabyte mensili, più che sufficienti anche per una vacanza di una settimana, ma alcuni operatori arrivano anche a 10Gb.

Ecco dei link per controllare facilmente con i principali operatori italiani:

Inoltre, se superiamo la soglia gratuita, dal 1° gennaio si è abbassato anche il costo del traffico aggiuntivo, passando da 0,00244 euro a 0,00219 euro per singolo Megabyte, con l'aggiunta dell'IVA.

Naturalmente per chiamate e messaggi continueremo a non avere limitazioni nei paesi UE.

PIÙ VELOCITÀ DI NAVIGAZIONE

Grazie all'internvento della Commissione Europea del 2022, in occasione del rinnovo per altri 10 anni, potremo navigare più velocemente e con una qualità maggiore.

È stato infatti imposto il divieto di pratiche che riducono la qualità dei servizi di roaming (ad es. quando la connessione passa da 4G a 3G). Gli operatori sono obbligati a garantire la stessa qualità di roaming offerta nel paese di residenza: quindi se abbiamo un contratto che prevede il 5G, dovremmo poter navigare con la stessa velocità.

SERVIZI DI EMERGENZA E CHIAMATE IN EUROPA

I viaggiatori avranno inoltre accesso gratuito ai servizi di emergenza – sia per le chiamate sia per i messaggi di testo, compresa la trasmissione di informazioni sulla posizione del chiamante.