airplane, Ryanair, flight

Ryanair, entro l'estate 28 nuove rotte da Roma e Milano!

Novità dal fronte Ryanair: la compagnia low cost ha annunciato tantissime nuove rotte in partenza da due delle sue principali basi in Italia, a Roma e Milano.

Si tratta di ben 28 nuove rotte che arriveranno entro l'estate, con tante nuove mete di mare tra Grecia, Portogallo e Croazia, ma anche alcune interessanti novità per i city trip.

Ecco tutte le informazioni qui di seguito, arriveranno anche 3 nuovi aeromobili e tante rotte esistenti beneficeranno di un aumento delle frequenze!

Pubblicato da
Tribordo·19/1/2023
Condividi

Milano, 12 nuove rotte e 2 nuovi aeromobili

Nelle due basi milanesi (Bergamo e Malpensa) di Ryanair arriveranno nei prossimi mesi 2 nuovi aeromobili, che porteranno a 30 quelli impegnati nei due aeroporti lombardi entro l'estate.

Tra le novità troviamo destinazioni di mare come Fiume, Zara, Kos e Zante e città come Belfast, Brno e Düsseldorf, mentre le rotte totali servite arriveranno a ben 140. Le altre nuove tratte saranno per Baden, Cluj, Iasi, Lodz e Lublino.

Molte di queste, ovvero 54 rotte già esistenti verso destinazioni in Italia, Belgio, Croazia, Malta, Polonia, Spagna, Regno Unito, beneficieranno invece di un aumento delle frequenze in vista dei mesi estivi di maggior traffico.

La buona notizia è che da Milano i voli settimanali per l'estate 2023 saranno oltre 2.000, con un aumento del 25% rispetto all'estate 2019, l'ultima prima della pandemia: forse sarà quindi la prima estate nella quale si potrà tornare a viaggiare come facevamo prima del Covid-19.

Roma, 16 nuove rotte e 1 nuovo aeromobile

Per le due 2 basi di Roma (Ciampino e Fiumicino) arrivano invece ben 16 nuove rotte verso destinazioni al caldo come Alicante, Faro, Skiathos, Palma e Rabat e città come Cork, Liverpool, East Midlands e Vilnius.

Gli aerei basati saranno quindi 15 in totale, che serviranno 81 tratte e circa 1.000 voli settimanali per l'estate (+10% rispetto all'estate del 2019). Tra quelle già esistenti, 16 rotte verso Austria, Francia, Estonia, Grecia, Ungheria, Spagna, Malta, Polonia, Portogallo e Regno Unito vedranno un aumento delle frequenze.