PiratinViaggio
Profile

Ci teniamo alla vostra privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, proporre contenuti personalizzati e analizzare il nostro traffico. Facendo clic su "Accetta tutto", l'utente accetta questo e acconsente alla condivisione di queste informazioni con terze parti e al trattamento dei suoi dati negli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, leggere la nostra .

È possibile modificare le proprie preferenze in qualsiasi momento. In caso di rifiuto, utilizzeremo solo i cookie essenziali e, purtroppo, non riceverete alcun contenuto personalizzato. Per negare il consenso, .

Barcelona, Camera, Catalonia

Barcellona bandisce Airbnb entro il 2029: Cosa significa per i viaggiatori

Pirati, Barcellona ha appena annunciato un cambiamento epocale che trasformerà il modo in cui ci accoglie. Preparatevi a scoprire come questa città iconica sta ridisegnando il suo futuro turistico e cosa significa per tutti noi avventurieri. Continuate a leggere per scoprire tutti i dettagli! ⬇️

Pubblicato da
Cipi·25/06/2024
Condividi

Ahoy, Pirati! Se state pensando di salpare verso Barcellona per una vacanza, preparatevi a una novità che cambierà il panorama dell'ospitalità nella vibrante città catalana. Entro il 2029, Barcellona ha deciso di bandire completamente gli affitti brevi tramite piattaforme come Airbnb. Ecco tutti i dettagli che dovete sapere.

Barcellona, famosa per le sue spiagge, la Sagrada Família e la vita notturna, sta intraprendendo una battaglia contro il sovraffollamento turistico e la crisi abitativa. A partire dal 2021, la città ha già vietato l'affitto di stanze private per periodi inferiori a 31 giorni. Ora, sta facendo un passo ulteriore per eliminare gradualmente tutti gli affitti brevi entro il 2029​.

Questa mossa è stata guidata dalla necessità di bilanciare il numero crescente di turisti con la qualità della vita dei residenti locali. Le autorità cittadine hanno rilevato che gli affitti brevi stavano facendo lievitare i prezzi degli immobili e degli affitti, rendendo sempre più difficile per i residenti trovare alloggi a prezzi accessibili​.

Il vice sindaco di Barcellona, Janet Sanz, ha dichiarato che la città ama accogliere visitatori da tutto il mondo, ma che è necessario stabilire delle regole per mantenere un equilibrio. Gli ospiti potranno ancora affittare interi appartamenti se il proprietario possiede la licenza appropriata, ma gli affitti a breve termine senza licenza saranno completamente vietati​.

Per voi, Pirati, questo significa che sarà sempre più difficile trovare un Airbnb economico a Barcellona. Ma non temete! Ci sono ancora molte opzioni di alloggio disponibili, dai boutique hotel agli ostelli accoglienti, che possono offrire un’esperienza autentica e piacevole nella città.

Quindi, se state programmando una visita a Barcellona nei prossimi anni, assicuratevi di controllare le nuove regolamentazioni e pianificate il vostro soggiorno con largo anticipo. E ricordate, l'avventura è nell'aria, ovunque voi andiate!

Felici viaggi, Pirati! 🌊🗺️

Segnala un problema legale