airport, Mask

Mascherine in aeroporti e aerei: cosa cambia dal 16 maggio

Ciao Pirati, avrete forse letto ieri dei grandi titoloni sulla fine dell'obbligo delle mascherine in aeroporti e aerei all'interno dell'Unione Europea: qualcuno avrà esultato con un "finalmente!", qualcun altro avrà pensato invece che si sentirà meno sicuro a salire su un aereo con gli altri passeggeri senza mascherina.

Qualunque sia il vostro punto di vista, la verità però è che non è ancora cambiato niente, e lunedì 16 dovremo ancora indossare le nostre mascherine dall'entrata in aeroporto e per tutta la durata del viaggio.

Perché, e cosa cambia effettivamente da lunedì? Ve lo spieghiamo in dettaglio qui di seguito.

Tribordo
Pubblicato da
Tribordo
12/5/2022
Condividi
Mask, airport

Mascherine, cosa cambia per aerei e aeroporti

Cosa è successo allora, perché i titoloni?

Due importanti agenzie europee, European Union Aviation Safety Agency (EASA) e European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC), hanno emesso ieri un comunicato congiunto con il quale indicavano un primo allentamento delle raccomandazioni sull'uso della mascherina nel trasporto aereo, rispetto all'obbligo di usare la mascherina, a partire da lunedì 16 maggio.

Si passa quindi dall'obbligo alla forte raccomandazione, notando comunque che la mascherina rimane la protezione migliore per evitare la trasmissione del virus e quindi del Covid-19.

Per il direttore dell'EASA, “per molti passeggeri, e anche per i membri dell'equipaggio, c'è un forte desiderio che le mascherine non siano più una parte obbligatoria del viaggio aereo. Siamo ora all'inizio di quel processo. I passeggeri dovrebbero continuare a rispettare i requisiti della loro compagnia aerea e, laddove le misure preventive siano facoltative, prendere decisioni responsabili e rispettare la scelta degli altri passeggeri. In particolare, un passeggero che tossisce e starnutisce dovrebbe considerare fortemente di indossare una mascherina per il viso, per rassicurare coloro che sono seduti nelle vicinanze".

E il direttore dell'ECDC ricorda che "le regole e i requisiti degli Stati di partenza e di destinazione devono comunque essere rispettati e applicati in modo coerente".

Che significa quindi per i passeggeri da lunedì 16 maggio?

Che da lunedì cambierà per ora ancora poco, perché valgono ancora le regole dei singoli stati. In Italia ad esempio l'obbligo della mascherina sui mezzi pubblici è valdio fino al 15 giugno, quindi è corretto affermare che almeno fino a quella data non dovrebbe cambiare niente per il trasporto aereo in partenza o arrivo nel nostro paese. In altri paesi europei, come quelli scandinavi o nel Regno Unito, l'obbligo della mascherina in aereo è già stata abolito.

Anche se da lunedì non cambierà ancora nulla, si tratta però di un primo passo che può portare ad un graduale ritorno alla normalità per i viaggi aerei in vista dell'estate.

E in ogni caso, per chi ritiene che la mascherina fornisca ancora una protezione importante nel caso dei viaggi aerei, il graduale venir meno dell'obbligo non significa che, su base individuale, ciascuno di noi non possa continuare ad usarle in aereo.

Cosa ne pensate, Pirati?