corona, covid, Vaccination
Varie

Arriva in Italia il "super" Green Pass, cosa cambia dal 6 dicembre

In Italia il Green Pass raddoppia: quello "base" e quello "rinforzato", tante novità a partire dal 6 dicembre, soprattutto per i non vaccinati

Tribordo
Pubblicato da
Tribordo
28/11/2021
Condividi

Il Green Pass è già da diversi mesi sempre più utilizzato in Europa e in Italia: si è partiti il 1° luglio per i viaggi all'interno dell'Unione Europea (vedi il nostro articolo), e nel nostro paese è diventato sempre più importante soprattutto a partire dal 1° settembre, con l'estensione del suo utilizzo a scuola, università e trasporti a media/lunga percorrenza (https://www.piratinviaggio.it/altro/green-pass-da-oggi-obbligatorio-per-i-trasporti-tutte-le-info), e successivamente per buona parte del mondo del lavoro.

Ora di fronte alla quarta ondata di Covid-19, che sta colpendo duro buona parte d'Europa, il nostro governo ha approvato ieri una serie di misure che estendono ancora di più l'uso del Green Pass in Italia.

Viene introdotto anche il cosiddetto "Super Green Pass" o "Green Pass rinforzato", che garantisce l'accesso a determinate attività e servizi solo a chi è vaccinato o guarito, e non a chi effettua il tampone. Novità anche per il trasporto pubblico a breve percorrenza e locale, e per l'obbligo vaccinale per personale scolastico e della difesa.

Vediamo tutti i dettagli.

Dettagli

Dove è già richiesto il Green Pass (regole fino al 5 dicembre)?

Il decreto legge del 23 luglio dispone che tutte le persone che hanno più di 12 anni devono avere il certificato verde, che attesta come sappiamo la vaccinazione o la guarigione dal Covid-19 oppure il possesso di un test Covid-19 negativo nelle 48 ore precedenti, per accedere ai ristoranti, bar e pub (solo al chiuso, per consumare all'aperto non sarà richiesto, né per la consumazione al bancone nei bar), al cinema, al teatro e a tutti gli spettacoli al chiuso, in palestra, ai centri benessere, ai parchi tematici, ai centri sociali e culturali (con esclusione dei centri educativi per l’infanzia), alle sale scommesse, sale bingo e casinò, ai musei, nelle sagre, negli stadi, ai congressi, ai grandi eventi e ai concorsi pubblici.

Per quanto riguarda i trasporti, dal 1° settembre è obbligatorio possedere un Green Pass valido per accedere ai trasporti a media lunga percorrenza, ovvero aerei (anche a corto raggio), treni ad alta velocità, Intercity e Intercity notte, autobus e traghetti che collegano più regioni. Fino al 5 dicembre rimangono esclusi il trasporto pubblico locale, i treni regionali e i traghetti a breve percorrenza.

Dal 1° settembre è obbligatorio per il personale scolastico e universitario: maestri, professori, bidelli, personale tecnico e amministrativo, segretari, dirigenti scolastici. Nelle università è obbligatorio anche per gli studenti per frequentare le lezioni in presenza.

Cosa cambia con il nuovo decreto del 24 novembre?

Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri un decreto legge che prevede "una serie di misure di contenimento della 'quarta ondata' della pandemia Sars-Cov2 in quattro ambiti:

  • obbligo vaccinale e terza dose;

  • estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie;

  • istituzione del Green Pass rafforzato;

  • rafforzamento dei controlli e campagne promozionali sulla vaccinazione.

Obbligo vaccinale e terza dose

Il nuovo decreto introduce dal 15 dicembre l’obbligo vaccinale per alcune nuove categorie: amministrativi del servizio sanitario nazionale, insegnanti e personale della scuola, del soccorso pubblico, forze di polizia, compresa la polizia penitenziaria, militari.

Per il personale sanitario sarà obbligatoria la terza dose, con esclusione della possibilità di essere adibiti a mansioni diverse.

Come cambia il Green Pass con il nuovo decreto?

Il decreto legge prevede una serie di modifiche al Green Pass così come abbiamo imparato a conoscerlo.

Vediamo le principali.

VALIDITÀ: la durata del Green Pass viene ridotta dagli attuali 12 a 9 mesi.

OBBLIGO ESTESO (con Green Pass "base): l'obbligo di Green Pass viene esteso anche a: alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale, servizi di trasporto pubblico locale. I controlli sul trasporto pubblico locale saranno a campione.

GREEN PASS RAFFORZATO: introdotto a partire dal 6 dicembre, permetterà da quella data e fino al 15 gennaio l'accesso esclusivo a vaccinati e guariti (non quindi a chi fa il tampone) ad alcune attività, anche in eventuale zona bianca, gialla o arancione: spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche.

VALIDITÀ TAMPONI (per Green Pass "base"): rimane invariata, quindi per i molecolari è di 72 ore, per gli antigenici è di 48 ore.

MAGGIORI CONTROLLI: il decreto prevede un rafforzamento dei controlli da parte delle prefetture, che devono prevedere un piano provinciale per l’effettuazione di costanti controlli entro 5 giorni dall’entrata in vigore del testo e sono obbligate a redigere una relazione settimanale da inviare al Ministero dell’interno.

Come si ottiene il Green Pass?

Dopo la vaccinazione, la guarigione e, per il Green Pass "base", dopo il tampone, è possibile scaricare le certificazioni online in diversi modi: tramite il sito web della Piattaforma nazionale-DGC (già attivo), autenticandosi con il proprio SPID oppure tramite il numero di tessera sanitaria e l'authcode, un codice che verrà inviato a tutti i vaccinati Covid-19; il fascicolo sanitario elettronico; le app Immuni e quella IO (quella per il cashback, per intenderci, con procedura semplificata rispetto ad Immuni). Per chi invece non disponga di strumenti digitali (computer o smartphone) rimane la possibilità di rivolgersi al proprio medico di base, al pediatra o in farmacia per il recupero e la stampa del proprio certificato.

Cosa fare se non si riesce a scaricare il Green Pass?

Per l'assistenza tecnica c'è un call center attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20, al numero 800 91 24 91. In alternativa si può inviare una mail a [email protected] Per informazioni su aspetti sanitari il numero di pubblica utilità è 1500, attivo tutti i giorni 24 ore su 24.

Quanto dura il Green Pass?

Il nuovo decreto ha riportato la validità del Green Pass da vaccinazione e guarigione a 9 mesi dai 12 attuali.

Per quanto riguarda il Green Pass con tampone, la validità è rimasta invariata, quindi per i molecolari è di 72 ore, per gli antigenici è di 48 ore.

Dove posso trovare maggiori informazioni?

Sul sito web della Piattaforma nazionale-DGC che contiene anche una sezione FAQ. Le novità del decreto del 24 novembre 2021 non sono però ancora state caricate sul sito.

Tag

Coronavirus