PiratinViaggio
Profile

Ci teniamo alla vostra privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, proporre contenuti personalizzati e analizzare il nostro traffico. Facendo clic su "Accetta tutto", l'utente accetta questo e acconsente alla condivisione di queste informazioni con terze parti e al trattamento dei suoi dati negli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, leggere la nostra .

È possibile modificare le proprie preferenze in qualsiasi momento. In caso di rifiuto, utilizzeremo solo i cookie essenziali e, purtroppo, non riceverete alcun contenuto personalizzato. Per negare il consenso, .

  • Home
  • Notizie
  • Ucraina, le migliori opportunità per far arrivare il tuo aiuto
Kiev, Ukraine, Support Ukraine

Ucraina, come aiutare 💙💛

L'invasione russa in Ucraina, dopo quasi un mese, sta generando se possibile ancora più morte, sofferenza e distruzione.

Noi di PiratinViaggio vogliamo provare a dare una mano, nel nostro piccolo, usando la popolarità della nostra piattaforma per diffondere il più possibile iniziative su come aiutare la popolazione ucraina.

Vi abbiamo già parlato della posizione ufficiale del gruppo HolidayPirates, con una prima raccolta di indicazioni utili, e di un'iniziativa partita dal basso che ha coinvolto una grande azienda del turismo come Airbnb.

In questo articolo vogliamo raccontarvi di alcune delle iniziative che stiamo seguendo direttamente e dei modi migliori per far arrivare anche il tuo aiuto a chi ne ha bisogno. 🇺🇦

Pubblicato da
Tribordo·19/9/2023
Condividi

Pirati solidali

Subito dopo lo scoppio della guerra, quando eravamo ancora tutti frastornati e attoniti, i primi ad avere le idee giuste e a mobilitare l'attenzione, la generosità e il supporto di tutti i Pirati sono stati i nostri colleghi polacchi, ai quali vogliamo rendere omaggio qui. La Polonia è stata infatti fin dai primi giorni la destinazione principale dei profughi ucraini, con oltre 2 milioni di arrivi nelle ultime 4 settimane solo in questo paese (dati UHNCR).

Aga, con i Pirati da ormai 8 anni, è stata la prima a proporre e realizzare concretamente una colletta per comprare medicinali direttamente in Polonia e spedirli al confine con l'Ucraina, dove già stavano arrivando decine di migliaia di profughi.

Poi è stato il turno di Patryk, il responsabile dei contenuti dei nostri cugini di www.wakacyjnipiraci.pl, che ci ha fatto conoscere e spinto ad aiutare una fondazione polacca della quale conosce personalmente il fondatore, che segue una missione molto difficile, della quale vi parliamo qui di seguito.

Infine Moni, che è andata personalmente al confine tra Polonia e Ucraina per aiutare in prima persona, restituendoci informazioni di prima mano sulle necessità aggiornate dei profughi.

AIUTARE CHI RESTA

HUMANDOC

In questo articolo vi avevamo già parlato dell'iniziativa partita dal basso che utilizza la piattaforma di Airbnb, qui vogliamo invece parlarvi della fondazione polacca che stiamo seguendo tramite il nostro collega polacco Patryk, che ci tiene aggiornato sulle attività.

HumanDoc è un'organizzazione no profit polacca che si occupa di diritti umani in diversi paesi del mondo, ma nel caso specifico dell'Ucraina segue fin dai primi giorni del conflitto un progetto molto specifico e molto pericoloso, ma di quelli di cui c'è particolarmente bisogno: portare aiuti nell'Ucraina sudorientale e in particolare a Mariupol, dove è forse l'assedio più terribile, e al ritorno cercare di evacuare quanti più civili possibili, soprattutto tra i più deboli, ovvero bambini e anziani.

In queste settimane abbiamo potuto seguire il lavoro fatto dalla loro pagina Facebook, e vi assicuriamo che i soldi donati a questa Fondazione sono davvero messi a buon uso.

È possibile trovare maggiori dettagli qui di seguito, dove trovate anche tutte le informazioni per far arrivare il vostro contributo.

Trovate anche degli aggiornamenti costanti e fotografie del loro lavoro sulla loro pagina Facebook (la versione inglese dei post è dopo quella in polacco, più in basso).

Oltre ad usare il bonifico (causale: MISSION UKRAINE DONATION - Iban: PL26249000050000460032056421 - Bic/Swift: ALBPPLPW - Indirizzo: Alior Bank SA, ul. Lopuszanska 38D, 02-232 Warszawa, Polonia) è possibile anche donare via PayPal seguendo questo link:

MEDICI SENZA FRONTIERE

Se preferite un'organizzazione no profit più conosciuta e in grado di supportare direttamente gli ospedali ucraini, Medici Senza Frontiere è già riuscita a far arrivare 120 metri cubi di forniture mediche d’urgenza in Ucraina, oltre naturalmente a supportare anche i rifugiati.

Contenuto assenteContenuto assente

Per visualizzare il contenuto è necessario accettare i cookie e la politica sulla privacy di questo servizio esterno.

CROCE ROSSA

La Croce Rossa sta aiutando sia i rifugiati, soprattutto nei luoghi di arrivo nei paesi confinanti, sia direttamente la popolazione ucraina spedendo aiuti gestiti poi dalla Croce Rossa ucraina. Sono stati già spediti derrate alimentari, coperte e trauma kit (farmaci generici, farmaci chirurgici, post-traumatici e per il trattamento di malattie non trasmissibili), oltre ad altri materiali logistici e sanitari e all'allestimento di 200 tende da campo a Prochowice, in Polonia.

AIUTARE I PROFUGHI

Secondo i dati dell'UHNCR, l'organizzazione dell'Onu che si occupa dei rifugiati, dal 24 febbraio sono già 3 milioni e mezzo i profughi ucraini in fuga dalla guerra arrivati all'estero, un numero in continuo aumento ma che già ora racconta della più grande crisi umanitaria in Europa dai tempi della Seconda Guerra mondiale. Se inoltre aggiungiamo gli sfollati interni all'Ucraina lontani dalle loro case, il numero raggiunge i 10 milioni di persone.

Per aiutare questo numero enorme di persone colpite dalla guerra e lontana dalle loro case ci si può muovere in diversi modi.

Contenuto assenteContenuto assente

Per visualizzare il contenuto è necessario accettare i cookie e la politica sulla privacy di questo servizio esterno.

LE GRANDI ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

Una strada è quella delle grandi organizzazioni internazionali gestite dalle Nazioni Unite, abituate a gestire questo tipo di emergenze.

Se volete donare all'UHNCR, all'UNICEF o alla FAO, potete andare direttamente sulla loro pagina cliccando su uno dei bottini qui in basso (che vi portano direttamente alla pagina dedicata all'Ucraina dei rispettivi siti), oppure scegliere una strada che vi permette di raddoppiare l'importo della donazione tramite Google, come vi spieghiamo di seguito.

Contenuto assenteContenuto assente

Per visualizzare il contenuto è necessario accettare i cookie e la politica sulla privacy di questo servizio esterno.

RADDOPPIA LA TUA DONAZIONE CON GOOGLE

Se vuoi donare ad UHNCR, UNICEF o FAO (World Food Program), puoi scegliere di farlo attraverso l'apposita pagina di Google, che aggiungerà una donazione di importo pari a quello da te donato.

ALTRE ASSOCIAZIONI

Su questa pagina curata da Italia non profit, la più grande community del Terzo Settore e dell’economia sociale, trovate altre associazioni selezionate e verificate, in grado di portare un aiuto concreto. Attualmente sono 59.

DONAZIONI DI BENI

Per aiutare i profughi si può anche scegliere la strada degli aiuti materiali diretti.

LA BASILICA MINORE DI SANTA SOFIA

Abbiamo potuto verificare di persona l'incredibile lavoro che sta facendo la Basilica Minore di Santa Sofia, a Roma.

La chiesa nazionale ucraina in Italia è diventato un vero e proprio hub degli aiuti materiali (anche laici) inviati dall'Italia, con oltre 30 tir partiti per varie città ucraine in queste settimane.

L'elenco delle prime necessità da inviare è aggiornato settimanalmente per chiunque voglia portare direttamente qui cibo, oggetti di prima necessità e medicinali, e il lavoro di centinaia di volontari assicura che la macchina degli aiuti non si fermi mai.

È possibile anche aiutare con una donazione in denaro.

Per informazioni contattare lo 066240203.

ALTRE ASSOCIAZIONI

Qui trovate altri centri di raccolta in tutta Italia selezionati da Italia non Profit. Tenete presente anche i siti istituzionali di Comune e Regione.

APRI LA TUA CASA

È possibile dare la propria disponibilità per ospitare i profughi ucraini. Al momento quelli arrivati in Italia sono poco più di 50.000, ma la stima è che si arriverà nel nostro paese a 900.000 profughi dall'Ucraina.

Vi rimandiamo o alle pagine dedicate del vostro Comune o Regione, o a questa utile raccolta di Italia Non Profit.

DONA IL TUO TEMPO

Diventa volontario mettendoti a disposizione per aiutare le persone in difficoltà, dedicando parte del tuo tempo per organizzare, accogliere o andare in soccorso ai profughi ucraini.

Ecco alcune possibilità, ma anche siti locali istituzionali o religiosi sono un buon punto di partenza