PiratinViaggio
Profile

Ci teniamo alla vostra privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, proporre contenuti personalizzati e analizzare il nostro traffico. Facendo clic su "Accetta tutto", l'utente accetta questo e acconsente alla condivisione di queste informazioni con terze parti e al trattamento dei suoi dati negli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, leggere la nostra .

È possibile modificare le proprie preferenze in qualsiasi momento. In caso di rifiuto, utilizzeremo solo i cookie essenziali e, purtroppo, non riceverete alcun contenuto personalizzato. Per negare il consenso, .

Le migliori offerte per Istanbul

Istanbul: offerte vacanze e consigli per il tuo viaggio!

Cari Pirati, vi proponiamo di vivere la magia di una città unica e straordinaria come Istanbul, una delle più ricche di storia e cultura, meravigliosa ed estremamente affascinante sotto molti punti di vista.

A cavallo tra Europa ed Asia, questa destinazione è perfetta sia come parte integrante di un tour della Turchia, sia come meta per un city trip della durata di qualche giorno.

Mix di misticismo, tradizione e sorpresa, questa meta non può lasciare indifferente nemmeno chi viaggia spesso; anche tornando diverse volte, scoprirete sempre qualcosa di nuovo in questo luogo fuori dal tempo.

Trovate qui consigli di viaggio per visitare la capitale della Turchia e le migliori offerte per la tua vacanza a Istanbul!

Cerca voli per Istanbul

Cerca hotel a Istanbul

-

Cerca volo + hotel

Informazioni utili

  • Documento: Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio, con almeno 5 mesi di validità residua.

  • Visto: per permanenze fino ai 90 giorni, no;

  • Valuta: Lira turca (1 EUR = 21 TL);

  • Patente: italiana;

  • Sanità: assistenza sanitaria pubblica locale con Tessera Sanitaria italiana, nessun vaccino supplementre è obbligatorio;

  • Fuso orario: UTC/GMT + 3 ore, ciò significa che rispetto all'Italia la Turchia è 2 ore in avanti nei mesi invernali ed 1 ora in avanti nei mesi estivi.

  • Elettricità: come in Italia, la tensione elettrica è a 220v, quindi non c'è bisogno di un adattatore. La presa è come quella italiana, la shucko.

Vacanze ad Istanbul: costo della vita e cambio valuta

In generale, il costo della vita in Turchia è notevolmente più basso rispetto a quello in Italia, soprattutto per quanto riguarda i ristoranti e i mezzi di trasporto.

Gli hotel più lussuosi propongono camere a prezzi abbordabili e anche la benzina ha un costo ridotto, allo stesso modo dei biglietti per i mezzi e delle corse in taxi (da e per gli aeroporti comprese).

La cosa migliore è effettuare il cambio euro-lira turca negli uffici preposti oppure tramite bancomat, evitando i desk in aeroporto, che potrebbero presentare commissioni più alte.

Per darvi un'idea più specifica delle spese da preventivare per il vostro soggiorno ad Istanbul, consigliamo di stimare un budget di circa 70€ al giorno per due persone, che dovrebbero coprire il costo di una camera d'hotel privata in struttura 3* e pasti in ristoranti informali, così come la visita dei principali musei della città e qualche pausa "dolce" per caffè e dolci turchi durante la giornata.

Senza partecipare ad escursioni e prendendo parte a sole attività gratuite, si può riuscire a tagliare la spesa fino a circa 50€ al giorno per due.

Qual è il periodo migliore per visitare Istanbul?

Istanbul ha un clima tipicamente oceanico, influenzato dal Mar Mediterraneo e dal Mar Nero. La città conta quattro stagioni ben definite e diverse tra loro

  • in estate ☀️ il clima è secco e mlto caldo, nonostante la brezza marina che mitiga le temperature, portando con sè però anche una forte umidità. A luglio si tiene l'annuale International Jazz Festival, adatto a tutti gli appassionati di questo genere, oltre che a chi viaggia low cost, dal momento che il festival è gratuito. A giugno si tiene inoltre il rinomato Istanbul Music Festival.

  • in autunno 🍁 più umido, piove più spesso e le temperature sono più basse, tra i 10 e i 20 gradi. In questo periodo, potrete partecipare all'Istanbul Coffee Festival, che normalmente si tiene in ottobre, perfetto per rilassarsi ma anche partecipare a workshops, seminari ed esibizioni artistiche.

  • in inverno ❄️ le temperature sono rigide e nevica spesso, con sporadica presenza di tempeste. Le piogge sono rare, ma intense. L'inverno è il periodo perfetto per scappare dal turismo di massa e godersi una visita più lenta, oltre che per vivere al meglio l'esperienza dell'Hamman, ossia il bagno turco.

  • in primavera 🌸 le precipitazioni sono rare, le temperture sono miti ed i giorni di sole frequenti. Per questo motivo, insieme all'autunno è la stagione più consigliata per visitare questa città. Non perdetevi l'International Tulip Festival, che celebra lo sbocciare dei tulipani in aprile, rendendo la città ancora più magica e colorata.

Se pensate di unire la visita di Istanbul ad un soggiorno in una località marittima della Turchia, consigliamo di partire in primavera o in estate, perfette per poter approfittare delle temperature e partecipare a diverse attività a contatto con la natura. Puoi consultare questa pagina per maggiori informazioni.

Da non perdere a Istanbul

Lasciatevi conquistare dalla sontuosità di antichissime moschee, dai numerosi bazar e dai mercatini di spezie e frutta sparsi per tutta la città, o anche dai famosi bagni turchi e dalle architetture mozzafiato che potrete ammirare passeggiando sul ponte di Galata o con una gita in barca sul fiume Bosforo.

Istanbul è così ricca di monumenti, musei, storia e cultura da riuscire a soddisfare tutti i gusti. Per esempio, per conoscere meglio la storia travagliata di questa città potreste iniziare visitando uno dei monumenti più famosi del mondo, come la Moschea Blu, tra gli edifici più significativi della città, oltre che simbolo di potere e protagonista di diverse vicende politiche nel corso dei secoli.

Il suo nome deriva dal blu delle piastrelle che decorano l'interno della moschea, l'unica al mondo, fino al 2019, a vantare sei minareti. Trionfo d'eleganza, è una meravigliosa rappresentazione dell'architettura islamica famosa universalmente.

Dopo aver visitato la Moschea Blu, non perdete l'occasione di visitare la Cisterna Basilica, il cui nome in turco significa letteralmente "Il palazzo inghiottito". Questa è la più grande cisterna sotterranea ancora conseratava ad Istanbul, costrutita da Costantino già nel IV secolo e ampliata due secoli dopo da Giustiniano, al fine poter rifornire adeguatamente il palazzo imperiale d'acqua.

L'impressione per i visitatori odierni è quella di essere in uno spazio sospeso fuori dal tempo, un'antica chiesa sommersa e dimenticata, sul cui fondo ancora oggi vivono e nuotano numerosi pesci.

La sapiente illuminazione, insieme alle installazioni artistiche temporanee, rendono l'esperienza ancora più suggestiva.

Impossibile poi non menzionare Santa Sofia che, edificata 14 secoli fa, ancora oggi è testimonianza di una commistione di stili e tradizioni, oltre che della complessa convivenza tra Cristianità ed Islam nella città.

Dedicata inizialmente a Sophia, la sapienza divina, nacque come cattedrale cristiana bizantina e per quasi un millennio restò tale, per poi essere convertita in moschea ottomana nel 1453.

Nel XX secolo venne infine sconsacrata e trasformata in museo, per poi essere stata nuovamente aperta al culto islamico nel 2020, secondo il volere del presidente turco Erdogan.

Lasciatevi avvolgere dai profumi e dai sapori dei prodotti del Gran Bazar, fiorente complesso commerciale ed una delle attrazioni turistiche più frequentate al mondo. Qui potrete comprare tessuti, frutta, dolci, souvenir e oggetti di artigianato locale, apprezzando al contempo l'architettura locale (non dimenticate che questo mercato coperto è stato costruito nel XV secolo!), fermarvi a bere una tazza del tipico caffè turco, oppure osservare il brulicare di persone qui presenti. Nella zona centrale e limitrofa di Sultanahmet, dove vi consigliamo di soggiornare, potrete ammirare le meravigliose costruzioni architettoniche come il Museo Archeologico di Istanbul, dimore di diversi artefatti classici, bizantini ed ottomani.

Se invece siete appassionati di arte moderna e contemporanea, vi consigliamo di dedicare qualche ora alla visita dell'Istanbul Modern Gallery o dell'eclettico Museo Pera, le cui mostre temporanee continuano a stupire.

Prima di concludere la giornata, vi consigliamo di rilassarvi in un tipico hammam, parte della tradizione turca da migliaia di anni, oppure godervi uno dei tour della città, per scoprire la ricca tradizione gastronomica della città.

Per concludere la giornata, non perdetevi la Torre Galata, che dalla terrazza panoramica vi regalerà un panorama mozzafiato sulla città, oppure una romantica crociera sul Bosforo al tramonto. Per quanto riguarda l'ultima attività, ci sono a disposizione innumerevoli formule, dal solo traghetto che collega le due parti della brulicante capitale, a crociere di un paio d'ore da cui osservare l'imbrunire, per poi passare a cene eleganti a bordo di navi in cui sarà possibile anche danzare per ore.

Infine, se avete ancora energie a disposizione, non perdete l'occasione di fermarvi per un drink (o perchè no, uno dei tanti party presenti nella zona) a Taksim, quartiere in grado di soddisfare tutti i gusti, soprattutto di chi ama vivere la vita notturna locale. Famosa per i suoi bars sui tetti, come l'elegante Milka, situato al 15esimo piano dell'Hotel Pera e da cui potrete godere di una vista mozzafiato sulla città, la Galata Tower ed il Golden Horn.

In alternativa, potreste passare la serata prendendo parte ad una cerimonia dei dervisci rotanti ed entrare a contatto con la tradizione sufista. Anche a tal riguardo, potrete scegliere se vivere l'esperienza più breve ed adatta ad una piacevole serata, partecipando a spettacoli serali, spesso accompagnati da una cena inclusa nel pacchetto, oppure prendere parte alla cerimonia vera e propria, che dura diverse ore e prevede diverse attività, tra cui anche tale danza, insieme ad altri momenti di forte valore spirituale.

Per maggiori informazioni a riguardo della cultura sufista, vi consigliamo inoltre la visione di questo film: Il principe che contemplava la sua anima, di Nacer Khemir, Bab' Aziz, che parla di una favola raccontata da uno nonno alla sua nipotina, mentre camminano verso una riunione di dervisci.

Cosa mangiare a Istanbul

La cucina turca, che certo non si esaurisce nelle diverse varianti del conosciutissimo Kebab, si contraddistingue per i suoi sapori forti e decisi, evidenziato dal sapiente utilizzo di diverse spezie ed aromi. Mix di culture culinarie, ha influenze mediorientali e balcaniche che certamente non potrà lasciarvi indifferenti.

Per saperne di più sulla cucina turca, potete fare riferimento alla sezione sulla cucina turca.

Tra i piatti che vi consigliamo di provare, si contano:

  • Islak Hamburger, uno dei piatti più famosi di Istanbul, sono degli hamburger al vapore conditi con salsa di pomodoro e aglio, così da rimanere morbidi. Dimenticate qualunque burger abbiate provato prima per sperimentare con questo piatto!

  • İçli Köfte ossia una polpetta di carne di agnello rivestita di uno strato esterno di bulgur, patate e spezie. La sua esecuzione è davvero complicata, ma il sapore è indimenticabile.

  • Kokoreç: non adatto ai vegetariani, ma certamente un'esperienza da non perdere, il Kokoreç è uno spiedino grigliato di intestini di pecora e marinato con cipolla, sale e pepe. Consigliamo di accompagnarlo come da tradizione a dell'Ayran, yogurt turco da bere.

  • Balık Ekmek, tipico snack da assaggiare passeggiando nella zona del porto, è un panino con pesce fresco, condito con cipolla, succo di limon ed olio (e perchè no, succo di cetriolini sott'aceto).

Anche per quanto riguarda i dolci, cari Pirati, la scelta è ampia e copre i gusti e le esigenze più varie (l'ultimo è per esempio un dolce naturalmente vegano della tradizione turca)

  • Lokum, dolce dalla tradizione antichissima, si presenta come piccola delizia composta principalmente da zucchero e amido aromatizzata con acqua di rose, limone, pistacchi, mandorle, cannella e menta.

  • Boza, una bevanda densa e sorprendente, data dalla fermentazione del grano, cui è stato aggiunto acqua e zucchero. Questo drink, dal sapore floreale, dolce e nocciolato, va bevuto spolverato di cannella e ceci tostati, come da tradizione.

  • Aşure, una zuppa densa con uvetta, noci, nocciole e riso, un'esplosione di sapori (dall'aspetto purtroppo non molto invitante)... come al solito, provare per credere!

Come arrivare nel centro di Istanbul dall'aeroporto

Istanbul ha due aeroporti principali, ossia il più nuovo Aeroporto di Istanbul (Codice IATA:IST) e l'Aeroporto Sabiha. Il primo è il più grande aeroporto al mondo, con una capacità annuale di oltre 150 milioni di passeggeri; da qui partono i voli internazioni da e per l'Italia.

Come arrivare dal nuovo aeroporto al centro di Istanbul con il taxi, navetta privata o auto (Sultanahmet o Taksim)

Per quanto riguarda i taxi, il costo di questi ultimi non cambia in base all'orario; consigliamo di chiedere sempre di utilizzare il tassometro e solitamente il costo è contenuto tra 150 e 200 lire turche. La fila per il taxi inizia proprio davanti all'uscita dell'aeroporto. In base alla dimensione ed il comfort del mezzo, i taxi si dividono in "E" (taxi neri), "D" (taxi blu) e "C", (taxi arancioni).

In caso ci si stia muovendo in gruppo o in famiglia, consigliamo invece di prendere in considerazione l'idea di organizzare un trasferimento con navetta privata, in quanto più veloci e comodi. A tal proposito, una delle migliori compagnie è Tranigo, che offre navette private a tariffa fissa e costo inferiore rispetto alla media, con mezzi adatti a diverse esigenze e numero di passeggeri.

Nel caso vogliate noleggiare un auto, va considerato che il tragitto richiede tra i 60 ed i 90 minuti.

Come arrivare dal nuovo aeroporto al centro di Istanbul con i mezzi pubblici (Sultanahmet o Taksim)

L'aeroporto, sito a nord della città, è a circa 50 km dal centro ed al momento non sono presenti collegamenti diretti tramite metropolitana. Pertanto, potrete utilizzare il servizio shuttle, che si chiama Havaist.

Tale servizio connette la città all'aeroporto e viceversa 24 ore su 24 e consigliamo di prendere la linea HVIST-12 con fermata al capolinea Beyazit Meydan, proprio di fronte al Gran Bazar. Da qui, la maggior parte degli hotel sono raggiungibili a piedi o con poche fermate di tram.

Se invece siete diretti nella più moderna Beyoğlu, consigliamo di scegliere la linea HVIST-16 diretta a Piazza Taksim, con partenze circa ogni 30 minuti.

In entrambi i casi, per raggiungere il centro città ci vorranno circa 60 - 75 minuti ed il costo del biglietto al momento è di 67 lire turche. Gli shuttle non si possono pagare in contanti, ma è possibile pagare con carta di credito, oppure dalla app Havaist.

I consigli del Pirata

Ecco per te qualche consiglio di chi ha recentemente visitato Istanbul e avrebbe voluto sapere questi fatti prima di esserci andat*.

  • Non perderti la crociera sul Bosforo, anche solo per andare a visitare la parte asiatica della città, soprattutto al tramonto, quando cielo e mare si tingono di rosa.

  • Se avrai l'occasione, non perdere la possibilità di partecipare ad uno street food tour, noi lo abbiamo amato!

  • Vegetariani, non temete! Ci sono diversi piatti che vanno benissimo per le nostre esigenze...Nello specifico, non perdetevi i dolmas, un gustoso piatto di manti e, ovviamente, l'immancabile menemen, piatto a base di uova e pomodori... buon appetito!

  • Non perderti l'esperienza dell'Hamman, molto diverso dalle nostre terme, ma perfetta occasione per prendere una pausa dal caos cittadino.

  • Informati prima di partire: prima di mettersi in viaggio e magari anche prima di prenotare, è sempre meglio verificare che non ci siano novità (anche temporanee) su temi della sicurezza, situazione sanitaria e documenti richiesti per l’ingresso nel paese. Il luogo migliore per farlo è l’apposito sito della Farnesina: ecco il link sulla Turchia di Viaggiare Sicuri.